Castel di Lama 5 Stelle. La debacle dei grillini non tocca Bochicchio:: "Impegno quotidiano"

Il sindaco di Castel di Lama al secondo mandato e la crisi del partito. Nel 2023 prese il 50,44% dei voti, ma oggi il movimento alle europee ha registrato solo il 16,69% delle preferenze.

Castel di Lama 5 Stelle. La debacle dei grillini non tocca Bochicchio:: "Impegno quotidiano"

Castel di Lama 5 Stelle. La debacle dei grillini non tocca Bochicchio:: "Impegno quotidiano"

Le europee e le amministrative sono state un terremoto per diversi partiti ma soprattutto per il Movimento 5 Stelle, che anche a Castel di Lama hanno perso molti consensi. Intanto il sindaco Mauro Bochicchio è al suo secondo mandato e il suo operato. Un successo il suo, che ha fatto registrare nelle amministrative del 2023, il 50,44% dei consensi. Lo abbiamo intervistato per cercare di capire i segreti del suo successo.

Sindaco, a Castel di Lama il firmamento sembra stellato. E’ infatti l’unico comune, nel Piceno, dove governa un sindaco del Movimento cinque stelle, al suo secondo mandato, senza scossoni e soprattutto senza tanti problemi, qual è il segreto?

"In linea generale se un sindaco amministra senza troppi problemi viene quasi sempre riconfermato e così è stato anche per me lo scorso anno quando i cittadini ci hanno espresso la loro fiducia apprezzando, immagino, l’impegno profuso durante l’intero mandato. Nel 2019 invece il successo non era altrettanto scontato. Lì oltre al buon lavoro svolto sui banchi dell’opposizione sono stato aiutato dal fatto che rappresentavo il M5S al massimo del proprio consenso."

Quali sono i lavori del quale va più fiero?

"I lavori di cui sono più orgoglioso sono quelli che sono in corso di realizzazione o che abbiamo realizzato intercettando risorse pubbliche, che non era scontate riuscire ad ottenere. Parlo ad esempio della pista di pattinaggio al centro di tante critiche, ma che finalmente ha rivisto ripartire il cantiere dopo un anno di stop, parlo della realizzazione di alcuni parchi pubblici, alcuni dei quali particolarmente utilizzati ed apprezzati e parlo anche di alcune semplici idee come i barbecue di comunità, che vengono sempre più spesso utilizzati a dimostrazione che talvolta bastano semplici intuizioni, anche di modesto valore economico, per dare un servizio importante alla città. Naturalmente sono anche fiero della squadra che mi sta accompagnando in questa seconda consiliatura. Una squadra che si impegna, dove ognuno fa la sua parte, con responsabilità contribuendo alla realizzazione del programma di mandato".

Come giudica questa debacle del suo partito per quanto riguarda le Europee?

"Non siamo ancora una realtà ben strutturata sul territorio e questo ci penalizza, soprattutto negli appuntamenti elettorali dove le preferenze contano. Chi arriva al M5S è solitamente digiuno di politica. Da noi non esistono porte girevoli, persone che saltano da una parte all’altra portando con sé la dote dei voti dei partiti che lasciano. Questo fa la differenza nel bene e nel male, ma soprattutto ci distingue da tutti gli altri partiti. Domani ci sarà un incontro, proprio a Castel di Lama, per fare un’analisi del voto. Per quanto riguarda le Europee a Castel di Lama abbiamo tenuto bene, ottenendo il 16.69% contro il 9.99% della media nazionale".

Come spiega il trionfo del sindaco Marco Fioravanti e la sconfitta di Nardini nel comune di Ascoli?

"Il discorso è lo stesso che ho fatto prima. Il sindaco uscente ha sempre più chance soprattutto nel comporre le liste e convincere i candidati a stare con lui. A Marco si possono fare tante critiche, ma sicuramente bisogna riconoscergli l’impegno profuso per la città. Se a questo si aggiunge il fatto che è di Fratelli D’Italia, in una città che da tempo vota a destra, ecco che il risultato diventa di proporzioni quasi bulgare. Ringrazio comunque Mimmo Nardini che ha avuto il coraggio di mettere la faccia in una partita che in tanti hanno rinunciato a giocare. Ho sostenuto con convinzione la sua candidatura pur nella consapevolezza che sarebbe stata una partita davvero difficile, tanto è vero che molti candidati della coalizione sono stati scelti dai comuni limitrofi. Ringrazio anche loro per la disponibilità a sostenere l’idea che sia possibile amministrare il capoluogo con idee e uno stile amministrativo differente".

Cosa c’è all’orizzonte del sindaco Bochicchio?

"All’orizzonte c’è solo la massima attenzione su Castel di Lama. Stiamo portando avanti tanti progetti e soprattutto stiamo cercando di migliorare il decoro e la pulizia della città. Per questo motivo abbiamo assunto da poco un nuovo operario e prossimamente se ne aggiungerà un altro".

Maria Grazia Lappa