Ascoli, 14 maggio 2018 - S'inginocchia all'improvviso. Il volto un po' sorridente e un po' contrito. Lui è Christian Del Vecchio, il santone di Amarlis, che compare in un video durante quello che sarebbe un incontro mistico avvenuto in una chiesa romana. Chi è con lui (sembrerebbero suore, ma forse della sua associazione) si alza in piedi per rispetto del momento. 

Il filmato risale allo scorso anno ed è stato girato a Roma dal giornalista di tv2000 David Murgia, che lo ha poi reso pubblico sul suo blog ‘Il segno di Giona’, mandandolo anche in onda nel corso di una puntata del programma ‘Indagini ai confini sacro’.  

Ma in questa storia le visioni sarebbero la normalità, stando ai suggestivi racconti di Christian Del Vecchio, il giovane che proprio sulla base di queste frequentazioni mistiche ha fondato l'associazione mariana 'Accoglienza refugium lilium inter spinas' (Amarlis, appunto).

Dalla sua ha anche un olio profumato che sgorga da un quadro della Madonna e che avrebbe proprietà miracolose. Con i suoi seguaci Del Vecchio ha piazzato la sede dell'associazione nella canonica (affittata dalla diocesi)  e nella chiesa della piccola Quinzano di Force, in provincia di Ascoli, da cui Del Vecchio scappò a settembre dopo che del suo caso si era cominciato a parlare molto. Nel frattempo era sparito anche il sito internet.

Negli ultimi giorni il santone è tornato a Quinzano ed è ricomparso anche il sito internet. Il vescovo Giovanni D'Ercole, che prima lo ha accolto nella sua diocesi e poi lo ha sempre difeso, nei giorni scorsi ha annunciato che il giovane  è stato recentemente sottoposto a un'indagine canonica che ha avuto lo scopo di condurre «una vigile e prudente analisi della vita e dell’attività di Del Vecchio». L’inchiesta – ha concluso D’Ercole - «si è chiusa in questa prima fase con il pronunciamento “pro nunc nihil obstare” (per ora nulla osta), non essendo emersi elementi contrari alla disciplina della religione cattolica o violazioni di precetti morali, civili e penali».

Eppure, i contenuti del sito dell’associazione continuano a far discutere, insieme ad altri materiali poco ‘ortodossi’ che circolano sul web. Si parla, come dicevamo, di guarigioni da mali incurabili avvenute per mezzo dell'olio 'sacro' e di molto altro ancora. E il video in questione mette in gioco diversi elementi, suscitando ulteriori domande su Del Vecchio nelle vesti di veggente-santone e sulla sua associazione