Ascoli Piceno, 13 agosto 2014 - Alcuni lavoratori della Coalac hanno deciso di seguire la strategia aziendale siglando l'accordo che prevede il loro spostamento nella sede TreValli di Jesi.

"Nessun dipendente verrà lasciato a casa - dice la dirigenza - stiamo lavorando, anche in questi giorni di Ferragosto, proprio per garantire a tutti il mantenimento dell'occupazione nel polo principale di Jesi, a partire da settembre".

Proprio in questi giorni verranno infatti inviate le comunicazioni ufficiali della proposta di trasferimento ai dipendenti, con molti dei quali si stanno già finalizzando intese analoghe a quelle già siglate: "Con la firma dei primi accordi - continua la direzione - abbiamo avuto la consapevolezza del fatto che ai nostri collaboratori, al di là dei confronti istituzionali e degli scontri politici, delle proposte aleatorie di tanti, preme soprattutto una cosa: la garanzia del lavoro. E questo è anche il nostro primo obiettivo".

"Abbiamo lavorato a pieno ritmo, anche in questi giorni estivi, per individuare la strada più adeguata. Integrare i lavoratori di Ascoli nello stabilimento di Jesi è la soluzione che ci permette di occuparci personalmente di ogni nostro lavoratore, garantendo occupazione e reddito, nonostante il momento economico difficile che sta vivendo il Paese.”