Quotidiano Nazionale logo
13 mar 2022

"Colori ora inutili Anche il Green pass non ha più senso"

Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti
Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti
Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti

"Ormai dobbiamo superare, sia le colorazioni delle regioni, sia il Green pass che fino ad ora è servito per sensibilizzare la popolazione nei confronti della vaccinazione contro il Covid-19". E’ questo il pensiero del sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti, riguardo il sistema dei colori delle regioni e la validità della certificazione verde Covid-19. "Non hanno più senso entrambi – continua il primo cittadino ascolano – in quanto tutto ciò sta creando solo problemi e non soluzioni. Il fatto che le regioni siano in una fascia di colore piuttosto che in un’altra, innanzitutto disorienta le persone, e poi influisce negativamente sulle attività commerciali". Il sindaco Fioravanti sottolinea anche come il sistema di applicazione delle misure con l’attribuzione dei colori alle regioni penalizzi quei territori, come il Piceno, dove i numeri relativi ai contagi, all’occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in area medica da parte dei pazienti positivi, siano stati nel corso della pandemia sempre più bassi rispetto a quelli registrati dalle altre province. Secondo i dati diffusi dal Servizio sanità della Regione, nell’ascolano il totale dei casi di Sars-Cov-2 da quando è iniziata l’emergenza sanitaria è di 45.119, contro i 105.575 della provincia di Ancona, i 70.840 della provincia di Pesaro-Urbino, e i 69.104 della provincia di Macerata. Solo la provincia di Fermo ne ha registrati meno: 39.933. "Questa colorazione è assurda – dice ancora Fioravanti – perché in realtà se in una regione ci sono molti più casi in un’area rispetto che in un’altra, quest’ultima viene comunque coinvolta nelle restrizioni. Cosa che non ha senso, oltre a non produrre effetti migliorativi. La nostra provincia è stata penalizzata da questo punto di vista perché in questi due anni è quasi sempre stata quella che ha avuto il minor numero di casi in tutta la regione. Ecco anche perché secondo me la colorazione non è giusta e non è nemmeno efficace. Il Piceno ha avuto pochi casi, ma le restrizioni ci sono state lo stesso e hanno causato danni economici e sociali. Ormai anche lo stato di emergenza non ha più senso, dobbiamo superarlo e attuare politiche di prevenzione, e guardare alla ripresa".

l. c.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?