E’ stata trasferita all’ospedale di Ancona la donna di 46 anni che nel tardo pomeriggio di giovedì è rimasta ferita da un colpo di pistola calibro 22. Una tragedia sfiorata nell’appartamento di un palazzo in via Campania, a San Benedetto, dove la46enne si trovava sola in casa. La pallottola, partita da distanza ravvicinatissima, ha...

E’ stata trasferita all’ospedale di Ancona la donna di 46 anni che nel tardo pomeriggio di giovedì è rimasta ferita da un colpo di pistola calibro 22. Una tragedia sfiorata nell’appartamento di un palazzo in via Campania, a San Benedetto, dove la46enne si trovava sola in casa. La pallottola, partita da distanza ravvicinatissima, ha attraversato l’addome della donna e si è fermata nella zona della schiena proprio sotto pelle. Trasportata d’urgenza al Pronto soccorso dall’equipaggio della Potes-118, dopo gli accertamenti la ferita è stata portata nel blocco operatorio per l’asportazione del corpo estraneo, ma poi, nella notte, è stata centralizzata in Ancona, poiché aveva subito qualche danno al fegato e a un rene, quindi ha bisogno di maggiori accertamenti ed, eventualmente, di un nuovo intervento chirurgico eseguito da equipe specializzate. Sull’accaduto, a ogni modo, proseguono gli accertamenti dei carabinieri del nucleo operativo radio mobile. La donna ha riferito di essersi ferita accidentalmente mentre stava maneggiando l’arma per la manutenzione e di non essersi accorta che c’era un colpo in canna. Una versione che i militari dell’arma stanno cercando di accertare, lasciando, quindi, aperta ogni ipotesi. Certo è che il rischio è stato altissimo. A dare l’allarme è stata una vicina di casa che prima ha sentito uno sparo e poi le urla della vittima. Temendo, appunto, che fosse accaduto qualcosa di molto serio, ha chiesto i soccorsi e sul posto il 118 ha inviato un equipaggio della Potes, con medico a bordo. La donna è rimasta sempre vigile e fin da subito ha raccontato che il colpo sarebbe partito accidentalmente: i carabinieri stanno ancora lavorando al caso prima di riferire alla Procura.

ma. ie.