Commissariamento e cessione . Ascoli, ore decisive per il futuro

Stamattina dopo la pronuncia del Tribunale di Ancona sarà avanzata l’attesa proposta di acquisto

Commissariamento e cessione . Ascoli, ore decisive per il futuro

Commissariamento e cessione . Ascoli, ore decisive per il futuro

Giornata particolarmente intensa quella che oggi si svilupperà attorno alle ormai note questioni extracalcistiche dell’Ascoli. A corso Vittorio sono state ore contraddistinte dall’ansia quelle che hanno diviso il patron Massimo Pulcinelli e gli attuali vertici dirigenziali. Stamattina alle 9.30 infatti è programmata l’udienza dinanzi al tribunale di Ancona per il ricorso avanzato dai fratelli Maurizio e Stefano D’Alessandro, soci di minoraza al 10% con la loro compagnia telefonica Rabona. Nelle recenti settimane proprio loro erano intervenuti per agitare le acque denunciando una serie di illeciti amministrativi che poi hanno portato il tribunale investito del caso a nominare, nella seduta del 13 giugno, l’avvocato Francesco Tardella in qualità di curatore speciale. Il secondo capitolo della vicenda giudiziaria andrà in scena oggi con il serio rischio che il giudice potrebbe optare, sulla base degli elementi raccolti, per la revoca dell’attuale consiglio di amministrazione bianconero con il contestuale commissariamento dello stesso. A ciò si aggiungerà, sempre oggi, anche la pronuncia della sezione discipplinare del Tribunale federale nazionale sul noto caso scommesse che ha visto coinvolto l’attaccante Francesco Forte, giocatore ancora legato al Picchio con un vincolo contrattuale fino al 2026. I fatti che lo hanno visto finire nel raggio dell’indagine portata avanti risalgono alla stagione 2021–22, quando il centravanti risultava essere ancora un tesserato del Benevento. Il suo resta indubbiamente uno di quegli ingaggi esosi che il club cercherà di togliersi dal groppone prima possibile. Soprattutto considerando la critica situazione economica del club. Insieme a Forte erano stati deferiti anche Christian Pastina, Gaetano Letizia ed Enrico Brignola. Un’eventuale squalifica magari potrebbe consentire all’Ascoli di congelare momentaneamente il pagamento del suo ingaggio. Le ultime ore sono state decisamente importanti anche sul fronte della cessione della società dall’attuale proprietario Massimo Pulcinelli ai nuovi potenziali acquirenti. Qui dopo un’approfondita serie di studi effettuati sulla documentazione avuta, si sarebbe arrivati alla possibilità di avanzare nelle prossime ore l’attesa proposta di acquisto. La mossa che darà ufficialmente avvio alla trattiva per il passaggio di quote dall’imprenditore romano a capo di Bricofer alla cordata di imprenditori locali arriverà subito dopo la pronuncia del tribunale di Ancona. Nelle ultime ore c’è stato un summit tra il primo cittadino e le realtà aziendali impegnate nell’operazione. L’auspicio è che la società non venga commissariata, fattore che renderebbe più celere l’acquisto.

Massimiliano Mariotti