Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 giu 2022

Consiglio comunale agitato Tiene banco ancora via Scirola

19 giu 2022

Si è tenuto venerdì sera, il consiglio comunale di Castel di Lama. All’ordine del giorno la surroga della consigliere dimissionaria Maria Vittoria Fabiani, che si è dimessa per motivi personali. Dopo aver valutato le condizioni del consigliere subentrante, è salito sui banchi Pino Giorno, il primo dei non eletti. Una seduta consigliare ricca di botte e risposte, come ormai ci ha abituato il consiglio comunale lamense, non sono mancate le polemiche da parte del consigliere Vincenzo Camela sui dati deludenti delle amministrative del Movimento Cinque stelle, definendo quest’ultimi ‘stelle cadenti’. Un comportamento che fa capire come il tentativo di avvicinamento tra Pd e pentastellati a Castel di Lama si faccia sempre più complicato. Lo sconto più forte si è registrato tra il capogruppo consigliare Luca Cristofori e il consigliere di opposizione Gianluca Re. Motivo dell’accesa discussione l’orario di convocazione del consiglio comunale alle 22.15, la maggioranza ha spiegato che la decisione è stata presa per permettere la massima partecipazione. Durante la serata in discussione anche la variazione dei bilancio 2022-24 e la parziale applicazione dell’avanzo di amministrazione proveniente dall’esercizio precedente. La maggioranza intende utilizzare 250mila euro per la copertura di piazza della Libertà e 50mila euro per i lavori di viale Scirola. Pronto l’attacco del consigliere Re che si è chiesto se le somme erano disponibili e inoltre ha voluto conoscere il progetto che interessa viale Scirola rimproverando il sindaco Bochicchio di non aver coinvolto la cittadinanza.

Pronta la reazione del primo cittadino che ha sottolineato che ci sono stati diverse riunioni in merito e anche un questionario per recepire la volontà dei cittadini. "Il nuovo progetto – ha sottolineato il sindaco – è stato realizzato grazie ai suggerimenti dei cittadini". Il sindaco ha mostrato le prime immagini del progetto, ma non senza problemi, subito Re ha sottolineato che era in programma una strage di alberi. Il sindaco Bochicchio ha spiegato tutte le fasi dei lavori, cercando di far capire che saranno risparmiati più alberi possibile e saranno piantumate anche nuove specie. Durante la seduta è stato approvato anche il regolamento comunale per interventi di edilizia minori. Maria Grazia Lappa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?