Anche il sindaco di San Benedetto Piunti in prima linea per i controlli
Anche il sindaco di San Benedetto Piunti in prima linea per i controlli
Ascoli, 22 marzo 2020 - Tempi duri anche per gli innamorati che non hanno più la possibilità di incontrarsi clandestinamente. Nel pomeriggio di ieri una pattuglia della polizia municipale di Ascoli ha scovato una coppia che si era appartata vicino alla chiesa del Sacro Cuore. Erano a bordo di un’auto, ferma sul pizzale. I due occupanti non potevano stare seduti entrambi davanti e non avevano alcuna giustificazione valida per trovarsi da quelle parti, per cui sono stati identificati e saranno denunciati.
Centinaia di persone controllate in Riviera: a bordo di auto, in bici ed a piedi. Diverse le persone identificate poiché giravano senza una valida ragione. Tra queste due donne di San Benedetto che in macchina erano andate a Grottammare per fare Bancomat, poiché, a loro, dire, a San Benedetto c’è sempre la fila. Entrambe saranno denunciate. Due ragazzi di San Benedetto, già noti alle forze dell’ordine, si stavano recando a Cupra Marittima per riscuotere del denaro in un noto ristorante della località balneare. Entrambi saranno denunciati.
Casi curiosi durante la notte fra venerdì e sabato. A mezzanotte e mezza un giovane di Castel di Lama, che ha detto di essere domiciliato a San Benedetto, stava facendo jogging lungo la Nazionale. Sarà denunciato. Clamoroso poi il settantenne di Martinsicuro che all’una di notte stava riempiendo le bottiglie di acqua nella fontana davanti alla Chiesa di S. Pio V, affermando che a Martinsicuro l’acqua è inquinata, quindi portarla a casa è un’esigenza di prima necessità.