Mascherine per i dipendenti comunali
Mascherine per i dipendenti comunali

Ascoli, 14 febbraio 2020 - Alcuni dipendenti dell'Ufficio protocollo del Comune al lavoro con le mascherine: questa la scena che si è presentata ai cittadini nella mattinata. Le mascherine fanno parte di un kit precauzionale per evitare il diffondersi del Coronavirus: in questi giorni, oltre alla protezione per il viso, sono arrivati anche confezioni di Amuchina e disinfettante da scrivania per i dipendenti che hanno rapporti con il pubblico.

Leggi anche Virus Cina: sintomi, mortalità, cura e vaccino. Domande e risposte 

Una mossa precauzionale che fa seguito alla direttiva del ministero della Salute dello scorso 3 febbraio.

Gel igienizzante per gli addetti comunali agli sportelli

L’amministrazione comunale mette a disposizione mascherine e gel disinfettante a tutti gli operatori addetti al pubblico in ottemperanza delle disposizioni emanate dal Ministero della salute. L’acquisto dei prodotti è solo a fini precauzionali. Nei giorni scorsi infatti il Ministero della salute ha inviato alle varie amministrazioni una circolare in cui ha fornito indicazioni utili per gli operatori addetti agli sportelli in relazione alla epidemia da coronavirus 2019-nCoV, in corso nella Repubblica popolare cinese.

Proprio per questi motivi e pertanto, solo per fini precauzionali, l’amministrazione comunale ha provveduto all’acquisto di detergenti mani igienizzanti per ogni dipendente addetto allo sportello che avrà anche a disposizione, qualora si ravvisi la necessità, anche di una mascherina di tipo chirurgico.

Il bilancio delle vittime

Le autorità sanitarie cinesi hanno intanto diffuso un nuovo bilancio dell'epidemia. Nella provincia di Hubei sono stati riportati 116 nuovi decessi e 4.823 nuovi casi di infezione. In totale, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale, il numero totale dei decessi riportati in Cina è attualmente di 1.380, con 55.748 casi di contagio. Rispetto al precedente bilancio sono stati sottratti 108 decessi dal conteggio totale dei morti a causa di una duplicazione dei dati con quelli riferiti alla provincia di Hubei. Ieri, la provincia di Hubei aveva riferito di un netti aumento dei casi di contagio, con oltre 14mila nuovi pazienti affetti dal virus Covid-19. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, l'incremento era in gran parte dovuto a oltre 13mila casi preesistenti, ma inseriti nel conteggio ufficiale solamente giovedì.

FOCUS / Numero di morti, infetti e dati aggiornati