File all'Hub vaccinale
File all'Hub vaccinale

Ascoli Piceno, 28 novembre 2021 - Settimana decisiva, la prossima, per trovare una struttura che sia in grado di accogliere in maniera maggiormente funzionale il punto vaccinale di Ascoli. Con i numeri di adesso, infatti, ‘La casa della gioventù’ in zona Pennile di Sotto è troppo piccola e può contenere al massimo tre postazioni per le inoculazioni. Ne sono testimonianza le file che in questi giorni si stanno creando fuori dalla struttura, che tra l’altro dispone di un parcheggio che va condiviso con il vicino supermercato Conad.

Il focus Bollettino Covid delle Marche Green pass super, da quando vale e come si scarica

Il direttore dell’Area vasta 5, Cesare Milani, è consapevole dei disagi che stanno subendo i cittadini che si recano a vaccinarsi contro il Covid-19 e per questo motivo è intenzionato a trovare una soluzione quanto prima. "Fino a qualche settimana fa – dice ironizzando Milani – dovevamo quasi chiamarle noi le persone per farle vaccinare, ora invece la richiesta è alta. Siamo nell’ordine di 800 somministrazioni al giorno ad Ascoli e altrettante a San Benedetto. Ma va bene così. L’unica cosa è che ora il centro vaccinale è troppo piccolo. E’ una struttura in cui ci troviamo bene, ma non è più sufficiente per la richiesta che abbiamo. Con il sindaco Fioravanti ne stiamo cercando un’altra, ma le palestre, sia di Monticelli, sia a Monterocco, sono occupate dalle attività sportive. Allora chiedo anche ai privati se hanno degli spazi, proprio lunedì mi sentirò con un imprenditore per vedere cosa ha da proporre. E se nemmeno con loro riuscirò a trovare qualcosa che faccia al nostro caso, allora sarò costretto a rivolgermi al prefetto. Del resto noi dobbiamo fare i vaccini e non disponiamo di strutture. Mi dispiace che le persone debbano aspettare in coda fuori dalla casa della gioventù. Non possiamo permettere che gli anziani attendino al freddo. Naturalmente, in caso di strutture private dovrò emettere in tempi brevi un avviso per manifestazione d’interesse".

Vaccino antinfluenzale Marche: da oggi si può prenotare in farmacia

Tra le prime proposte arrivate dai privati ce ne è una che riguarda una struttura poco distante dalla ‘Casa della gioventù’. Dalle vaccinazioni ai focolai Covid, al momento, nel Piceno, preoccupa solo quello di Castignano. "Ho chiesto all’Asur – continua Milani – l’ok per procedere, nel caso in cui la situazioni continui così, con uno screening di massa a Castignano. Mercoledì, intanto, andiamo nel comune a fare i vaccini (dalle 15 nella struttura polivalente Predaia ndr ). Si tratta del focolaio più importante che abbiamo in provincia per numero di contagiati rispetto alla popolazione".