Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 mag 2022

Crisi idrica e lago di Gerosa: Ciip e Consorzio verso la collaborazione

Sull’utiizzo del bacino per fronteggiare la scarsità d’acqua in vista dell’estate i due enti stanno cercando un accordo

3 mag 2022

Crisi idrica e nuovi sistemi di approvvigionamento. Il Consorzio di Bonifica che gestisce il bacino di Gerosa ieri si è incontrato con il presidente Alati e tutto il direttivo del Ciip per cercare di ‘cucire’ un accordo sull’utilizzo delle acque del lago. Un incontro che si è concluso positivamente e che lascia ben sperare, ma si aspetta anche il parere dei sindaci che ricoprono un ruolo importante. I rappresentanti del Consorzio di Bonifica il presidente Claudio Netti, il vice presidente Giannino Nazzari e il responsabile con l’esterno Paride Prussiamo si sono mostrati soddisfatti e molto fiduciosi, così come i rappresentanti della Ciip. L’utilizzo delle acque del lago di Gerosa servirebbero per fronteggiare eventuali crisi idriche, che visti i cambiamenti climatici potrebbero verificarsi. Sicuramente nel Piceno il terremoto ha giocata un ruolo fondamentale, le scosse hanno cambiato il corso delle acque, che si sono riversate verso il versante Umbro -Laziale lasciando a secco il versante Marchigiano. A peggiorare le cose altri due fattori: siccità e sprechi, sempre meno pioggia e meno neve e soprattutto un uso non sempre consono di una risorsa preziosissima. Dall’incontro la Ciip sembra si sia impegnata ad utilizzare la risorsa dell’invaso del lago di Gerosa, riconoscendo un corrispettivo in base al consumo effettivo. I beni informati parlano di una durata decennale. La Ciip, all’occorrenza, avrebbe a disposizione una risorsa idrica importante da poter utilizzare in caso di necessità, allontanando lo spauracchio di dover procedere alla razionalizzazione dell’acqua in caso di crisi. Ne gioverebbe, al tempo stesso, anche il Consorzio di bonifica delle Marche che avrebbe così l’opportunità di un ulteriore introito finanziario. La crisi idrica è un problema serio e lo dimostra anche la riduzione della portata delle sorgenti del lago di Gerosa è passata da 500 litri a 150.

m.g.l.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?