Quotidiano Nazionale logo
12 mar 2022

Da Comune a città, ecco il titolo attribuito da Mattarella

Se qualcuno avesse pensato che Ascoli fosse già una città evidentemente si sbagliava. E Perché ieri il decreto con il quale si conferisce il titolo attribuito dal presidente Mattarella su richiesta del ministro dell’Interno, ai sensi dell’art. 18 del Testo Unico degli Enti Locali, è stato consegnato dal prefetto di Ascoli Carlo De Rogatis al sindaco Marco Fioravanti nel corso di una cerimonia che si è tenuta in prefettura. Eppure, da quanto risulta anche con una semplice ricerca su internet, Ascoli possiede il titolo di "città" fin dal 1300, contrariamente invece ad altre realtà che sono cresciute negli ultimi secoli, ad esempio la vicina San Benedetto, che lo hanno ottenuto recentemente. Fatto sta che da oggi Ascoli sarà anche città e non solo Comune. "È un onore aver ricevuto questo titolo onorifico – ha dichiarato il primo cittadino – che conferma quanto la storia, l’arte e le tradizioni ascolane siano un bene prezioso riconosciuto a livello nazionale e non solo. Il titolo di Città si configura come un ulteriore tassello nel grande mosaico che ci vede tra le dieci candidate a Capitale italiana della cultura 2024 e un passaggio istituzionale dovuto per la nostra Ascoli e per tutta la comunità". Il conferimento è arrivato dopo la delibera del consiglio comunale dello scorso dicembre, che approvava l’avvio della procedura, a cui ha fatto seguito il parere favorevole del prefetto, Carlo De Rogatis.

d.c.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?