Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Dalle Cento torri al successo Jonni Jo firma con la società Caos

Collaborazione con ‘Asco Dj’, alias Alessandro . Xiueref, uno dei dj e produttori. più inseriti nella scena

La firma del contratto tra Asco e Jonny Jo
La firma del contratto tra Asco e Jonny Jo
La firma del contratto tra Asco e Jonny Jo

Il suo primo pezzo, ‘Tempi bui’, risale al 2015. Musicalmente parlando, un’era fa. Adesso ha firmato un contratto con l’agenzia guidata da ‘Asco Dj’, alias Alessandro Xiueref, uno tra i deejay e produttori più in voga del momento. È la storia del 24enne ascolano Giovanni Pometti, per tutti ‘Jonny Jo’, astro nascente della musica trap. Affiancato da Davide Tacconi e Roberto Ghighi, i suoi due agenti, Jonny Jo ha firmato con la società di management ‘Caos’, guidata proprio da Asco e dalla sua compagna Margherita Di Fato. "Ho conosciuto un ragazzo umile, in gamba, e talentuoso – spiega Asco -. Intendiamo portare il suo potenziale all’attenzione di importanti etichette discografiche e lavoreremo per riuscire a raggiungere questo traguardo così ambizioso. Questo artista ha tutte le carte in regola per far bene nel panorama musicale nazionale e, nel giro di qualche settimana, ci saranno anche le prime novità per quanto riguarda i live". D’altronde, il trapper ha già fissato le prime date e si esibirà nelle ‘notti bianche’ di Ascoli. A cominciare da quella del 10 agosto in centro storico, per poi prendere parte anche alle edizioni di Monticelli, Piazza Immacolata e Borgo Solestà. "Da qualche anno mi sono spinto un pò più in là, rispetto ai pezzi che scrivevo all’inizio – racconta Jonny Jo -. Mi sono anche confrontato con altre persone della scena trap, ho partecipato a numerosi contest e ho vissuto quindi delle esperienze che mi hanno fatto crescere, sia come persona che come artista. Il mio obiettivo è poter arrivare in cima, passo dopo passo. La fortuna aiuta gli audaci e, per me, è arrivato il momento di essere audace". "A breve uscirà anche l’album di Jonny – prosegue Asco -. Abbiamo intenzione di rilavorare alcuni suoi brani, per poi proporli ad etichette molto importanti. E di pezzi interessanti, questo ragazzo, ne ha fatti diversi". Soddisfatto anche Davide Tacconi, che con il suo impegno è riuscito a mettere in contatto il trapper con il deejay e produttore. "Conosco Asco da una vita. Ci siamo rivisti qualche tempo fa, visto che lui è sempre in giro per il mondo, e gli ho fatto conoscere Giovanni. Ne è nata questa bella collaborazione, grazie anche a Roberto Ghighi, e riusciremo ad ottenere dei risultati brillanti, nel segno della musica e dell’ascolanità".

Matteo Porfiri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?