Il cadavere sorvegliato da capitaneria e carabinieri
Il cadavere sorvegliato da capitaneria e carabinieri

San Benedetto (Ascoli), 14 settembre 2018 - Non ha ancora un nome la donna trovata morta a pochi passi dalla riva di fronte all’ex camping di San Benedetto. L’allarme è stato dato alla capitaneria di porto verso le 9,30 da un gruppo di persone che stava camminando sul bagnasciuga e che ha notato un corpo galleggiare in acqua. La salma era già rigida quando è stata portata a terra e questo lascia ipotizzare che il decesso era avvenuto molte ore prima, se non addirittura nella serata di ieri.

La donna, che non aveva al seguito i documenti, indossava una tuta nera con bande laterali bianche ed un paio di leggins colore grigio, tirati su fino al ginocchio. Probabilmente stava camminando in acqua a poca distanza dalla riva. Ha capelli molto chiari e lineamenti che potrebbero lasciare ipotizzare una persona dell’Est, tra i 50 ed i 60 anni, ma si tratta solo di una ipotesi. A lavoro, per identificare la vittima del presunto malore, ci sono i carabinieri e la capitaneria di porto. Sul posto è intervenuto il personale del 118 il cui medico ha certificato il decesso. La salma è stata composta nell’obitorio dell’ospedale di San Benedetto a disposizione della Procura della Repubblica di Ascoli.