L’operazione è stata condotta dai carabinieri (foto d’archivio)
L’operazione è stata condotta dai carabinieri (foto d’archivio)

Ascoli, 6 settembre 2018 - Se c’era bisogno di trovare un po’ di hashish, loro erano un punto di riferimento sicuro. E lo erano soprattutto per tanti ragazzi minorenni che arrivavano in città anche dai paesi limitrofi per concludere l’acquisto.

Partendo proprio dagli acquirenti, identificati e trovati in possesso di diversi grammi dello stupefacente, i carabinieri della Compagnia e della Stazione di Ascoli sono arrivati ai presunti organizzatori del giro: i militari hanno fatto irruzione in un appartamento del centro, all’interno del quale c’era una coppia di ragazzi ascolani, lei 24 anni e lui 30, entrambi incensurati.

La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire 70 grammi di hashish, centinaia di euro in contanti, un bilancino elettronico di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Il tutto è stato posto sotto sequestro, compreso il denaro poiché probabile provento dell’attività illecita, I due sono stati quindi arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante specifica di aver venduto la droga a minori. L’operazione ha consentito di liberare una parte della zona da una “piazza di spaccio” che creava in zona un forte degrado avvertito dai residenti.

«L’azione dei carabinieri su tutto il territorio provinciale – annuncia la Compagnia – continuerà in maniera vigorosa attraverso mirati controlli nei luoghi più frequentati dai giovani come giardini e parchi pubblici».