È Marina la signora del Sole "Che esordio tra emozione e paura"

La 39enne lavora a scuola. Lattanzi: "Un’idea arrivata casualmente"

È Marina la signora del Sole  "Che esordio tra emozione e paura"

È Marina la signora del Sole "Che esordio tra emozione e paura"

Un’affascinante insegnante sarà la dama di luglio per il sestiere di Porta Solestà. Si tratta della 39enne Marina Nardinocchi, che dunque impreziosirà il corteo gialloblù nell’edizione in notturna di sabato prossimo. La ‘signora’ è stata presentata ieri mattina, in sede, dal caposestiere Attilio Lattanzi, il console Patrizio Zunica e il vicecaposestiere Mimì Alfonsi. "Sono molto emozionata – ha ammesso la dama –. In realtà provo dei sentimenti contrastanti, in questi giorni, perché ho anche un po’ di paura. Non capita tutti i giorni di partecipare alla Quintana ricoprendo un ruolo così importante. Fra l’altro, per me, sarà la prima volta in assoluto nella rievocazione e spero di fare bella figura". Mamma di Allegra, di appena due anni, che sfilerà con lei nel quartiere, fino al raduno a San Pietro Martire, indosserà l’abito verde e blu, ricamato da ‘Graziano Ricami’, che uscì anche lo scorso anno ad agosto. L’unica variante sarà rappresentata dal cappello, che appunto sarà diverso. Cugina di Cristian Nardinocchi, responsabile del gruppo degli sbandieratori gialloblù, reduci dalla vittoria del Palio a piazza Arringo, Marina è molto legata al sestiere.

In passato ha lavorato come responsabile commerciale per l’estero di una nota azienda ascolana, la ‘Pantofola d’oro’, prima di coronare il sogno di diventare insegnante. Al momento, lavora all’istituto ‘Mazzocchi-Umberto I’. "Credo molto nella casualità – ha proseguito Attilio Lattanzi -. E così l’idea di affidare questo ruolo a Marina è arrivata casualmente, incontrando questa splendida ragazza in giro per il nostro quartiere. Ci siamo poi accorti che qualsiasi abito le stava bene e abbiamo individuato lei come la persona giusta per il corteo di luglio". Soddisfatto per la scelta anche il vicecaposestiere Alfonsi, responsabile del corteo gialloblù. "Marina sarà una dama meravigliosa e speriamo che possa portarci anche fortuna".

Matteo Porfiri