Quotidiano Nazionale logo
1 apr 2022

Ecco i fondi per la nuova scogliera

Grottammare, arriva un contributo da 321mila euro: "Approveremo il progetto il prima possibile"

La costa
La costa
La costa

Finalmente ci siamo. L’assessore regionale Stefano Aguzzi ha comunicato al comune di Grottammare l’assegnazione di un contributo di 321mila euro per la realizzazione di una nuova scogliera emersa a nord della foce del Tesino. "Non posso che ringraziare di cuore l’assessore Aguzzi e tutta la Regione Marche – dichiara il sindaco Enrico Piergallini – per aver finanziato quest’opera indispensabile di difesa della costa, dando ad essa l’importanza che merita. In questi anni, infatti, siamo stati costretti ad intervenire costantemente per limitare i danni delle mareggiate. Negli ultimi anni siamo stati costretti ad investire oltre 300.000 euro utilizzando le risorse provenienti dalla Protezione civile regionale. Adesso dobbiamo entrare al più presto nella fase realizzativa: approveremo appena possibile il progetto esecutivo, procederemo alla sottoscrizione del mutuo per la quota di compartecipazione del Comune e cercheremo di iniziare i lavori il prima possibile".

Nell’ultima versione progettuale, valutata in 330.000 euro, il servizio Progettazione aveva esteso la linea di protezione da 74 a 85 metri. Con l’approvazione, era stata innalzata anche la compartecipazione del Comune dal 20 al 30% (pari a 99.000 euro), per avere più possibilità di ottenere il contributo regionale. Il progetto di una nuova scogliera in quel tratto del litorale era già inserito tra le previsioni del Piano di Gestione delle Zone Costiere della Regione. L’opera, che andrebbe a completare le misure antierosione esistenti in quel tratto di mare, sarebbe posta a parziale copertura di un varco di circa 150 metri, tra la batteria di scogliere emerse parallele alla costa, più a nord, e la scogliera perpendicolare alla sinistra della foce del torrente. La barriera è alta 5,65 metri, di cui 4,15 sommersi, per una lunghezza di 85 metri. Un’opera indispensabile per proteggere un tratto di costa trasformato in uno dei luoghi più belli della città, teatro di iniziative estive, ma frequentato in ogni stagione da residenti, turistici e sportivi. Ad ogni mareggiata, purtroppo, la linea di costa viene travolta e per la sua ricostruzione, negli anni, sono stati spesi 329 mila euro, risorse che, se spese a suo tempo, avrebbero consentito meno disagi e un notevole risparmio di soldi pubblici, tanto che adesso il Comune deve fare un mutuo di circa 100 mila euro per compartecipare alle spese di realizzazione della barriera, sperando nella bontà del progetto.

ma.ie.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?