Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Ascoli, migliora la farmacista in coma a Creta

Ricoverata in terapia intensiva, adesso si attende il risveglio

Ultimo aggiornamento il 4 settembre 2018 alle 20:27
Ambulanza (foto di repertorio)

Ascoli, 4 settembre 2018 - È in via di miglioramento Loredana Albertini, la farmacista ascolana di 42 in coma farmacologico nei pressi di Creta. Era partita per le ferie poco dopo Ferragosto, ma purtroppo, quella che doveva essere una vacanza di relax si è presto trasformata in un incubo.

Stava aspettando l’autobus che l’avrebbe portata a fare un’escursione, quando ha avuto un mancamento ed è caduta sbattendo la testa a terra. La donna soffriva di ipotensione e, forse a causa del gran caldo, ha subito un calo di pressione che ha provocato lo svenimento.

L’impatto è stato tale da provocarle un grave trauma cranico e la formazione di un edema, cosa che ha reso necessario un tempestivo intervento chirurgico. Per affrontarlo, la donna è stata sedata e le è stato indotto il coma farmacologico.

Adesso, Loredana si trova ancora in terapia intensiva, dove gradualmente verrà risvegliata. I farmaci vengono scalati giorno per giorno, seguendo una procedura delicata. Sarà un processo lungo, ma i medici affermano che ci sono buone probabilità che la donna torni in salute senza gravi conseguenze. Ed è quello che tutti si augurano, a partire dai familiari, che l’hanno raggiunta in Grecia per assisterla durante il ricovero.  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.