Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 giu 2022

Festa Melosso alla Quintana di Foligno, Ferri: "Ecco come è nato il successo"

Lorenzo è stato il primo ascolano a trionfare in Umbria: "Qualcuno ci ha anche deriso ed ora ci godiamo questo momento"

20 giu 2022
matteo porfiri
Cronaca
featured image
Lorenzo Melosso
featured image
Lorenzo Melosso

Ascoli, 20 giugno 2022 - Lorenzo ‘il Magnifico’ ha riscritto la storia. Passerà agli annali la Quintana andata in scena sabato sera a Foligno, vinta per la prima volta da un cavaliere ascolano. A trionfare, infatti, è stato Lorenzo Melosso, 21enne nato e cresciuto sotto le cento torri, che ha riportato il Palio al rione Badia dopo cinque anni al termine di una giostra assolutamente strepitosa. Melosso, che alla Quintana di Ascoli corre per Porta Romana, ha dominato dalla prima alla terza tornata, togliendosi una soddisfazione immensa e regalando una notte di festa a tutti i suoi tifosi.

A esultare, insieme al cavaliere, è anche Max Ferri della scuderia ‘Isola Azzurra’ di Castel di Lama, che ha messo a disposizione del ragazzo il purosangue inglese Look Amazing, la cavalcatura montata lo scorso anno allo Squarcia dal cavaliere Pierluigi Chicchini per il sestiere di Sant’Emidio. «Questa piccola scuderia (della quale fa parte anche un altro cavaliere ascolano, Matteo Peroni) non ha sempre riscosso la fiducia che avrebbe meritato – spiega lo stesso Ferri -. Qualcuno ci ha anche deriso ed ora ci godiamo questo momento».

Al secondo posto, invece, si è piazzato Nicholas Lionetti, che era debuttante a Foligno e che ha difeso i colori del Pugilli. Terzo posto per Daniele Scarponi, del rione Contrastanga, e quarta piazza proprio per Pierluigi Chicchini del rione Spada. Sorprendenti, invece, le eliminazioni del superfavorito Luca Innocenzi, campionissimo del Cassero, in sella a Guitto, e Massimo Gubbini per il rione Giotti. Quest’ultimo si è piazzato al quinto posto, mentre Innocenzi al sesto. Fuori dai giochi anche Mattia Zannori, per il rione La Mora, Lorenzo Paci per il Croce Bianca, Tommaso Finestra del rione Ammanniti e Alessandro Candelori del Morlupo. «Sono contentissimo, perché questa vittoria rappresenta il frutto di mesi di duro lavoro – ha commentato Melosso al termine della giostra -. Voglio dedicare questo successo a tutto il popolo della Quintana, perché dopo tre anni ci voleva un ritorno alla normalità ed è bello celebrarlo così. Ci vorranno almeno due o tre giorni per prendere consapevolezza di quanto accaduto. Sono davvero felice». Sempre sabato, inoltre, è andata in scena anche la ‘Giostra del Saracino’ di Arezzo. A vincere, per il quartiere Porta Santo Spirito, sono stati l’ex cavaliere di Porta Tufilla Elica Cicerchia e Gianmaria Scortecci.
Matteo Porfiri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?