Quotidiano Nazionale logo
19 mar 2022

Fioravanti: "Il 31 marzo sveleremo il nostro dossier"

Lunedì incontro con gli altri sindaci: "Il viaggio non si ferma"

Fioravanti con Ricci dopo la proclamazione di Pesaro
Fioravanti con Ricci dopo la proclamazione di Pesaro
Fioravanti con Ricci dopo la proclamazione di Pesaro

L’incontro fissato per lunedì prossimo, per il quale Marco Fioravanti ha convocato tutti i sindaci dei comuni piceni e il presidente della provincia, Sergio Loggi, rappresenta il primo passo, post proclamazione della Capitale italiana della cultura per il 2024, nella direzione dell’attuazione del progetto di candidatura di Ascoli. "Il viaggio non si ferma – dice il primo cittadino ascolano –. Questo meraviglioso progetto, come promesso, lo portiamo avanti. Lunedì ci confronteremo e decideremo come fare e come intercettare i fondi Pnrr per mettere in pratica il dossier". Fioravanti ha programmato anche un’altra data: quella del 31 marzo (ore 12) nel corso della quale, alla presenza sempre di tutti i sindaci del Piceno, sarà annunciato al territorio in che modo lui e suoi colleghi primi cittadini hanno deciso di portare avanti il progetto di Ascoli e il Piceno. "In quella occasione – conclude Fioravanti – annunceremo alla città il dossier è lo pubblicheremo per intero online sul sito Ascoli e il Piceno 2024, in maniera tale che tutti possano prenderne visione". Sessantuno iniziative, tra cui un evento di lancio, uno principale e uno di chiusura, più tanti altri eventi collaterali: questo il palinsesto culturale di ‘A&P 24’, ovvero il programma inserito nel dossier di 60 pagine che Ascoli ha presentato al Ministero dei beni culturali per la candidatura. E che il sindaco Fioravanti e il team di progetto hanno intenzione di realizzare con il sostegno, sia degli sponsor già individuati tra cui WindTre, sia della Regione Marche che aveva già deciso, in caso di vittoria di una tra Ascoli e Pesaro, di destinare 500 mila euro ciascuno. L’intenzione di sostenere entrambe è stata ribadita dall’assessore regionale alla cultura, Giorgia Latini, subito dopo il conferimento del titolo a Pesaro.

l.c.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?