Il sindaco di Acquasanta, Sante Stangoni
Il sindaco di Acquasanta, Sante Stangoni

Ascoli Piceno, 10 luglio 2021 - Non c’è pace per il Piceno. Dopo i focolai Covid di San Benedetto e di Montefiore, dopo i componenti di una famiglia di turisti spagnoli che hanno scoperto di essere positivi una volta arrivati per un breve soggiorno in un residence lungo la vallata, ora il Sisp dell’Area vasta 5 sta lavorando anche al tracciamento degli invitati a un matrimonio celebrato nei giorni scorsi a Paggese di Acquasanta. Fino ad ora i contagiati sono 4, tra cui un bambino sintomatico che dopo aver fatto il tampone antigenico stava aspettando il risultato del molecolare. Ragione per la quale il sindaco Sante Stangoni ha emesso un’ordinanza di chiusura dell’asilo ‘Verde nido’ del paese che il piccolo stava frequentando insieme ad altri 8 bimbi. Ma è proprio lo stesso primo cittadino di Acquasanta a rassicurare sulle condizioni di salute delle persone che hanno contratto il virus Sars-Cov-2.

Il focus Variante Delta e focolai Marche: "Open day camper e ambulanze per vaccinare gli over 60" - Variante Delta: sintomi e cure. Viale: "Colpisce anche i vaccinati ma non in modo grave"

"Le persone contagiate – dice il primo cittadino – sono in buone condizioni nei propri domicili. L’Asur sta effettuando i tracciamenti per circoscrivere al meglio la situazione". Il Servizio di igiene e sanità pubblica sta effettuando il contact tracing su una sessantina di persone, ma non sono tutte di Acquasanta. Il primo a scoprire di essere positivo, il giorno dopo il matrimonio, è stato un ragazzo. Quindi è stata la volta del bambino e, successivamente, degli altri. Fortunatamente gli invitati alle nozze non erano tantissimi, circa una sessantina. "La situazione – continua Stangoni – è in evoluzione. Certo è che eravamo a zero positivi nel comune e ora dopo questo evento dispiace che le cose sono cambiate un po’. Innanzitutto, però, mi auguro che il bambino stia presto meglio e poi che tutto si risolva. In via precauzionale ho comunque firmato un’ordinanza per la chiusura dell’asilo nido che il bimbo frequentava. Nel frattempo abbiamo proceduto con la sanificazione".

Focolaio festa San Benedetto: oltre 60 contagiati - Marche: variante Delta, focolai e rischio zona gialla. Ultime notizie

Dal cluster di Acquasanta agli altri casi, il laboratorio di biologia molecolare dell’ospedale Mazzoni ieri ha processato 160 tamponi molecolari e di questi 14 sono risultati positivi. Ma ci sono, sia test appartenenti al percorso nuove diagnosi, sia test appartenenti al percorso guarigioni, con i primi con carica virale più alta e i secondi più bassa. Per quanto riguarda i contagi nella provincia comune per comune, secondo il report del Servizio sanità della Regione è quello di San Benedetto ad averne di più (109) seguito da Ascoli con 49, Grottammare con 26, Monteprandone con 18, da Spinetoli e Folignano con 10 e da Montefiore con 9. Gli altri ne hanno tutti tra chi meno di 5 e chi zero. Una situazione, dunque, in costante evoluzione con numeri che crescono, seppure lentamente, giorno dopo giorno.