Fondi aggiuntivi per sistemare la scuola di Cupra Marittima

Oltre sei milioni di euro per un progetto che inizialmente prevedeva una spesa di 1,5 milioni

Fondi aggiuntivi per sistemare la scuola di Cupra Marittima

Fondi aggiuntivi per sistemare la scuola di Cupra Marittima

Sarà un edificio scolastico all’avanguardia quello di Cupra Marittima del valore di oltre 6 milioni di euro. Una scuola che guarda al futuro anche sotto il profilo della funzionalità ed è il progetto più importante cui ha lavorato e lavora l’Ufficio tecnico del comune diretto dall’architetto Luca Vagnoni. Il progetto definitivo era stato approvato già ad agosto, ma il comune ha dovuto attendere il decreto del commissario per la ricostruzione Guido Castelli, che ha garantito l’intera copertura dell’opera che ammonta a 6 milioni e 200 euro. L’attuale amministrazione Piersimoni era partita con una progettazione che prevedeva 1,5 milioni di euro e man mano è riuscita ad ottenere finanziamenti molto importanti per arrivare alla rifunzionalizzazione dell’edificio che guarda al futuro. La Cabina di coordinamento sisma presieduta dal Commissario alla riparazione e ricostruzione sisma 2016, Guido Castelli, ha dato l’ok a 3,3 milioni di euro aggiuntivi per l’istituto comprensivo di Cupra Marittima, che ottiene così un contributo totale di 6,2 milioni di euro. Lo stanziamento aggiuntivo si è reso necessario per far fronte ai maggiori costi emersi durante la redazione del progetto della scuola. "Ricostruire scuole sicure ed energeticamente efficienti vuol dire costruire il futuro delle nostre comunità – dichiara il commissario Castelli –. Con questo ulteriore stanziamento di 3,3 milioni, assicuriamo che l’istituto di Cupra Marittima rispecchi pienamente la sua progettazione innovativa, che garantirà ambienti didattici moderni e accoglienti per studenti e personale. Questo sforzo, condiviso con il presidente Francesco Acquaroli e l’Ufficio speciale per la ricostruzione, segna un passo avanti nella qualità dell’edilizia scolastica nelle Marche".

L’intervento di modernizzazione previsto dal progetto non solo incrementa la sicurezza dell’edificio ma amplia anche la sua funzionalità introducendo elementi innovativi come un campo sportivo polivalente posto sulla copertura e una biblioteca-mediateca disposta su più livelli, arricchendo l’offerta formativa e ricreativa. La distribuzione interna è pensata per accogliere diversi gradi di istruzione: dalla materna alle superiori. Il campo sportivo, accessibile attraverso un ingresso indipendente, prevede una copertura in acciaio zincato e verniciato, completata da una superficie in brise soleil orientabile e una rete metallica perimetrale, garantirà invece protezione solare e sicurezza.

Marcello Iezzi