Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 mar 2022

Geta, la minoranza: "Il sindaco Leoni spieghi"

Il primo cittadino di Roccafluvione coinvolto nell’inchiesta sulla discarica, il consigliere Scipioni: "Faccia luce sulla vicenda"

30 mar 2022
‘Noi con voi per Roccafluvione’: il capogruppo Antonio Scipioni
‘Noi con voi per Roccafluvione’: il capogruppo Antonio Scipioni
‘Noi con voi per Roccafluvione’: il capogruppo Antonio Scipioni
‘Noi con voi per Roccafluvione’: il capogruppo Antonio Scipioni
‘Noi con voi per Roccafluvione’: il capogruppo Antonio Scipioni
‘Noi con voi per Roccafluvione’: il capogruppo Antonio Scipioni

A quasi due settimane dalla notifica degli avvisi di garanzia, continua a far discutere la vicenda relativa all’inchiesta sui rifiuti conferiti nella discarica della Geta, a Castignano, che ha coinvolto anche il sindaco di Roccafluvione, Francesco Leoni, finito anche lui nel registro degli indagati, insieme a un’altra ventina di persone. Il primo cittadinoè accusato di aver proposto al proprietario della Geta un incontro per il figlio allo scopo di vendergli una polizza assicurativa in cambio di un voto favorevole nell’assemblea Ata. Ad alzare la voce, in paese, la minoranza, con il capogruppo Antonio Scipioni. "Vogliamo continuare ad esprimere fiducia nella correttezza dell’operato del nostro sindaco – spiega Scipioni –. Tuttavia, in questi giorni ci saremmo aspettati le sue dimissioni volontarie, per meglio consentire la prosecuzione delle indagini. Le dimissioni non avrebbero avuto certo un significato di ammissione di colpevolezza, ma sarebbero state il segno di una trasparenza amministrativa verso tutti i cittadini. Pur mantenendo una posizione garantista, per le responsabilità di cui è investita l’opposizione, la lista civica ‘Noi con voi per Roccafluvione’ ha il dovere morale, di chiedere delucidazioni al sindaco rispetto alla faccenda giudiziaria che lo vede coinvolto. Per tale ragione la minoranza ha presentato al riguardo una mozione in consiglio, che sarà discussa presto anche e soprattutto a tutela dei diritti e dell’immagine del Comune di Roccafluvione e dei suoi cittadini. Il sindaco Leoni ha già affidato ad alcune testate giornalistiche le sue considerazioni rispetto all’accaduto. Le sue affermazioni di ‘aver procurato un appuntamento al figlio con il numero uno della Geta per proporre una polizza’, dal quale sarebbero scaturiti tre incontri, nei quali lui era sempre presente, ci hanno lasciato quanto meno perplessi. Anche in merito a tutte queste affermazioni ci riserviamo di chiedere ulteriori dettagli e spiegazioni in consiglio comunale – conclude il consigliere Scipioni -. La minoranza spera che venga fatta luce al più presto su tutta la vicenda e, come membri della pubblica amministrazione, speriamo che non emergano fatti costituenti reato e che non sia stato arrecato al Comune alcun danno".

Matteo Porfiri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?