Giovani senza biglietto, tensione sul pullman. Spunta un taglierino

Tensione a bordo del pullman Start da San Benedetto a Grottammare: giovani senza biglietto e taglierino. Preoccupazione genitori per ritardo e sicurezza.

Giovani senza biglietto, tensione sul pullman. Spunta un taglierino

Giovani senza biglietto, tensione sul pullman. Spunta un taglierino

Momenti di tensione a bordo del pullman di linea della Start in partenza dalla stazione di San Benedetto alle 20,37 direzione Grottammare-Cupra Marittima per la presenza di giovani passeggeri senza biglietto e qualcuno anche con taglierino in tasca. Il ritardo con cui, sabato sera, è arrivato alle fermate verso nord ha preoccupato i genitori che attendevano i figli al ritorno dal pomeriggio trascorso sulla Riviera sambenedettese. "Quando ho visto che il pullman stava ritardando, contrariamente alla solita puntualità – racconta una mamma – ho telefonato a mio figlio che si era messo in un posto in disparte sul bus dov’era in atto qualche problema, che mi ha chiarito appena sceso. In pratica la metà dei passeggeri era senza biglietto ed il conducente del pullman pretendeva di farli scendere. I ragazzi italiani hanno obbedito mentre alcuni stranieri hanno insistito e si sono rifiutati di abbandonare il mezzo di trasporto pubblico. Fra gli stranieri ve n’era uno che ha tirato fuori un taglierino ed è stato subito il panico. Prima di partire, nella stazione di San Benedetto, vi è stato un ragazzo straniero senza biglietto, che è stato fatto scendere dall’autista. Il giovane, per tutta risposta si è tolto gli indumenti, rimanendo a torso nudo ed ha iniziato a tirare pugni contro il pullman. Di fronte a simili situazioni come possiamo stare tranquilli noi genitori sapendo i rischi che i nostri figli corrono sui mezzi pubblici?".

Sulla linea Martinsicuro-Cupra a quell’ora di sabato ci sono due bus in servizio e una sola guardia della FiFa Securety che si trovava sul secondo pullman. "Prendiamo atto della segnalazione delle famiglie – fanno sapere gli addetti al servizio di sicurezza sui bus di linea – per le prossime settimane terremo sicuramente contro anche di queste eventuali criticità".

Marcello Iezzi