La Lamborghini "firmata" Hp e Abramo Levato, direttore generale Hp Composites
La Lamborghini "firmata" Hp e Abramo Levato, direttore generale Hp Composites
Hp Composites consolida la sua collaborazione con Lamborghini Squadra Corse, con l’ultima sfida in ordine di tempo che si chiama ‘Essenza SCV12’, hypercar da pista in edizione limitata equipaggiata con motore V12 da 830 cavalli. Si tratta del progetto più ambizioso mai messo a terra da Squadra Corse, capace di unire il motore più potente nella storia Lamborghini a un’aerodinamica e design senza compromessi. E su quest’ultimo aspetto entra in gioco l’azienda ascolana, visto che il cuore del progetto è il monoscocca in fibra di carbonio ispirato ai prototipi di Le Mans: realizzato da HP Composites su progetto degli ingegneri Squadra Corse, garantisce il connubio tra leggerezza e rigidità strutturale. Si tratta solo dell’ultimo tassello che HP Composites ha aggiunto alla sua collezione di collaborazioni di prestigio e che sta portando in alto il nome dell’impresa presieduta dal francese Jacques Nicolet.
Tutto questo nonostante un periodo difficile come quello attuale, ancora caratterizzato dalla pandemia: la conferma della voglia di crescere è anche nei numeri del personale, visto che nel 2020 sono state 120 le assunzioni a tempo indeterminato e altre 40 sono state formalizzate nei primi tre mesi del 2021. Una crescita che ha portato l’azienda ad avere oggi 625 collaboratori (di cui 530 assunti da HP a tempo indeterminato), con l’obiettivo di arrivare tra i 650 e i 670 nei prossimi sei mesi: "Vogliamo ragionare in modo positivo – ha detto il direttore generale, Abramo Levato – e credo che oggi assumere sia un grande atto di coraggio, che il nostro presidente sta facendo investendo nel Piceno".
Questo accade mentre i capannoni lungo la zona industriale ascolana sono diventati ormai cinque e mentre il nome di HP Composites si è affermato come leader nell’universo dei materiali compositi: "Il mercato c’è, la grande sfida è essere concorrenziali sui prezzi. Investendo sull’innovazione – ha spiegato ancora il direttore generale Levato – riusciamo ad abbassare i costi e a mantenere il margine, utile per continuare a fare investimenti. Siamo tra i pochi che continuano ad assumere a tempo indeterminato, non credo ci siano così tante aziende che in periodo di Covid abbiano messo sotto contratto così tante persone".
Ora il nuovo progetto con Lamborghini Squadra Corse, a cui HP Composites ha legato il suo nome ormai da qualche anno: infatti la prima collaborazione risale al 2013, anno di fondazione del dipartimento Motorsport di Sant’Agata Bolognese. Da quel momento sono stati tanti i progetti a cui HP ha preso parte, fino ad arrivare all’annuncio di quest’ultimo: "Si è instaurata una collaborazione finalizzata all’ottenimento di obiettivi importanti. Non è solo un rapporto tra fornitore e cliente, ma una bella collaborazione dal punto di vista tecnico e professionale: loro ci riconoscono competenze, come noi a loro, e insieme riusciamo a tirare fuori soluzioni innovative. Il fatto che Lamborghini si affidi a un’impresa del Piceno – ha concluso il direttore generale di Hp Comosites – deve essere un vanto per tutto il territorio".
Daniele Luzi