Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

I cinghiali tornano in città: questa volta sono stati avvistati a Monticelli

Ieri mattina un automobilista ha ripreso con il cellulare una coppia che stava cercando cibo in via delle Begonie

Ancora cinghiali in città. L’ultimo avvistamento risale a ieri mattina intorno alle 6.30 quando un automobilista ha ripreso con il cellulare una coppia che stava cercando cibo in via delle Begonie davanti ai cancelli delle abitazioni. Cinghiali così abituati ormai a convivere nei centri abitati che neanche sono fuggiti, anzi, hanno guardato verso l’autista del mezzo e hanno poi proseguito la loro caccia al cibo. Un fenomeno che purtroppo non è nuovo ad Ascoli. Un paio di mesi fa un piccolo branco di cinghiali fu ripreso in viale Costantino Rozzi non lontano dalla stadio Del Duca. Pare che addirittura ci sia una tana nei pressi del campetto adiacente la chiesa di San Marcello e il campo sportivo del Piazza Immacolata e che la notte ci sia una vera ‘mandria’ a spasso tra la stazione e lo stadio. Altri avvistamenti ci sono stati poi nel piazzale del centro commerciale Oasi e nei giorni scorsi a Brecciarolo, a Monterocco e in via Loreto dove i cinghiali hanno addirittura tagliato a morsi la rete di recinzione di una viletta e hanno praticamente distrutto tutto il prato. Stesso problema nell’Aula Verde ‘Gino Vallesi’ a Castel Trosino dove era stato seminato il nuovo prato del campo sportivo dopo i danni arrecati dai cinghiali, sistemata una nuova rete più resistente, ma non è servito a niente. Il branco è entrato di nuovo distruggendo tutto il prato dell’impianto sportivo rendendolo inutilizzabile. Una situazione non più sostenibile, insomma, che crea pericolo nei centri abitati e, soprattutto spaventa i residenti, in particolare gli anziani e i bambini. Fino ad ora sono stati soprattutto allevatori e aziende agricole a lanciare l’allarme, segnalando le invasioni dei loro terreni da parte degli ungulati con danni notevoli al loro patrimonio. E sono aumentati anche gli incidenti stradali causati proprio dal passaggio notturno degli animali. Ci si chiede ancora il perché non si è mai iniziata una seria campagna di abbattimenti e controlli efficaci soprattutto nel centro della città.

Valerio Rosa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?