Il campo giochi è sold out. Ora la parola ai cavalieri

Melosso di Porta Romana è il campione in carica: "Mi sono allenato sarà una bella Quintana, con una pista migliorata, ce la giochiamo in cinque".

Il campo giochi è sold out. Ora la parola ai cavalieri

Il campo giochi è sold out. Ora la parola ai cavalieri

Gli ultimi dettagli sono stati sistemati. La parola, ora, spetta al campo. I cavalieri sono pronti a darsi battaglia nella Quintana dedicata alla Madonna della Pace, per regalare ai propri sestieranti una gioia immensa e il Palio realizzato da Andrè Benedetto. Tra lunedì e martedì, allo Squarcia, si sono svolte le ultime prove e ognuno ha cercato di alternare le proprie cavalcature per scegliere quella alla quale affidarsi sabato sera. Scontato ribadire che il favorito numero è Luca Innocenzi. Il cavaliere di Porta Solestà ha trionfato addirittura 16 volte nella giostra ascolana e sarà chiamato a riscattare la deludente edizione dell’agosto 2023. Con ogni probabilità, il fenomeno folignate monterà la purosangue Katy Way, con cui ha vinto in due occasioni, ma non è da escludere che possa optare per una nuova cavalcatura, avendo dimostrato di averne almeno tre allo stesso livello di preparazione. Lo sfidante principale di Innocenzi, almeno sulla carta, sarà l’ascolano Lorenzo Melosso, campione in carica di Porta Romana.

"Durante l’invernata mi sono allenato bene e mi sento carico – spiega il rossoazzurro, trionfatore dell’ultima giostra –. Faremo il possibile per difendere il titolo conquistato l’anno scorso. Sarà una bella Quintana, abbastanza veloce e con una pista migliorata. Credo che ce la giocheremo in cinque". Il ruolo dell’outsider potrebbe essere recitato da Denny Coppari di Porta Tufilla, che riproporrà Trentino, il cavallo che detiene il record della pista, fatto registrare due anni fa con Massimo Gubbini. "Mi sento molto sereno, le prove sono andate bene e su Trentino mi sono trovato a mio agio – conferma il ragazzo di Treia –. Siamo tutti lì e mi aspetto una gara equilibrata. Vincerà chi sbaglierà di meno. Speriamo, sabato, di regalare una bella soddisfazione a un sestiere che se la merita".

Occhio, però, anche a Tommaso Finestra di Sant’Emidio e Lorenzo Savini di Porta Maggiore, che hanno mostrato notevoli progressi. "Ho un anno in più di esperienza e la farò valere – rivela Savini -. Correrò con ‘Once upon a time’, un cavallo con cui mi trovo molto bene. La pista è migliorata rispetto alle prove ufficiali e percepisco grande fiducia da parte del sestiere". L’unico debuttante è Davide Dimarti, 19enne offidano scelto dalla Piazzarola per dare il via a un nuovo corso. "E’ un’emozione forte correre la Quintana e spero di far bene – spiega il cavaliere biancorosso –. Ho lavorato duramente e fatto molti sacrifici. Ho preso consigli dai tecnici Paolo Margasini e Emanuele Capriotti, quindi sono sicuro di aver intrapreso la strada giusta. Ho cavalli competitivi e punterò a fare un percorso netto. Dopo la prima tornata, vedremo come siamo messi". Con lo Squarcia già sold out e la diretta televisiva organizzata, ora non resta che attendere il duello. La sfida è stata lanciata.

Matteo Porfiri