Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
5 giu 2022

Il dilemma tra comodità e natura

5 giu 2022
eleonora
Cronaca

Eleonora

Grossi

Tempo di vacanze, ferie e dilemmi. Meglio il mare o la montagna? E se si va al mare, meglio lo stabilimento con due lettini e l’ombrellone o la spiaggia libera? A giudicare dai numeri della Riviera delle Palme, la scelta di turisti e residenti ricade su entrambi i versanti. Se da un lato infatti, si registra un boom di concessioni e chalet, nonostante la direttiva Bolkestein in via di applicazione, dall’altro anche la Riserva della Sentina ha registrato, sempre negli ultimi dieci anni, un aumento esponenziale dei visitatori.

A guardare bene però l’aumento delle attività ricettive sulle nostre spiagge è costante

dagli anni ’50 mentre la scelta di una destinazione più naturale è fenomeno recente.

Ha a che fare con i cambiamenti climatici e l’effetto catastrofico che hanno sulle nostre vite (da una settimana ci sono 32 gradi, ed è ancora primavera), ma anche e soprattutto con la pandemia. La realtà drammatica nella quale versa il pianeta, la sovrappopolazione delle città e lo spopolamento delle zone interne e dei piccoli paesi, la mancanza di contatto con la natura, ci hanno colpito forte e all’improvviso, quando da un giorno a un altro ci siamo ritrovati tra quattro mura e costretti a pensare. E allora la rivalutazione del tempo oltre quello lavorativo, la maggiore qualità dell’alimentazione e l’attività fisica e soprattutto, il contatto con la natura. Anche perché molti durante i mesi più duri hanno preso un animale da compagnia e adesso sono alla ricerca di luoghi in cui prendersi la meritata vacanza con il quattrozampe al seguito. Sembrava una moda passeggera, quella del green, ma pare non lo sia. Anche perché a portare alta la bandiera della difesa della natura sono soprattutto le nuove generazioni, visto che abbiamo lasciato a loro il compito di risolvere il disastro che abbiamo combinato. E allora la fila in macchina, in mezzo allo smog, il parcheggio che non c’è, lo stare strizzati su una distesa di ombrelloni e sabbia cocente: facile capire se si preferisce un bel bagno alla Sentina.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?