Imputato in ospedale Rinviato il processo sulla tragedia nei cieli

Vittima di un incidente stradale in moto, si trova ricoverato in ospedale Bruno Di Tora, uno dei due piloti dell’Aeronautica militare sotto processo davanti al tribunale di Ascoli per lo scontro fra i tornado avvenuto il 19 agosto 2014, nel quale morirono quattro piloti, Mariangela Valentini, Alessandro Dotto, Giuseppe Palminteri e Paolo Piero Franzese. Per questo motivo il giudice Matteo Di Battista ha dovuto rinviare all’1 luglio l’udienza fissata per ieri mattina. Ai due militari il procuratore Umberto Monti contesta negligenze nella pianificazione della missione e nell’assistenza agli equipaggi di Freccia 11 e Freccia 21 decollati dalla base di Ghedi. Ai due piloti il magistrato imputa il fatto che gli equipaggi quel giorno non erano al corrente dell’incrocio di rotte previsto alle porte di Ascoli, benché a quote diverse. Non sapevano che c’era un problema di tempi e di quote. I due equipaggi, dalla ricostruzione di quella esercitazione, avevano comunicato fra loro durante il trasvolo lungo la costa adriatica. Una volta all’interno del Piceno, dove era prevista l’esercitazione, i quattro piloti non si parlarono più, nemmeno all’interno dello stesso aereo.

p. erc.