Da quasi settimana c’è  il caos in A14 e sulle strade per la chiusura della galleria Castello
Da quasi settimana c’è il caos in A14 e sulle strade per la chiusura della galleria Castello

Ascoli, 29 agosto 2018 - Proseguono anche oggi i disagi sul tratto fermano dell'A14 dopo l'incendio del tir avvenuto la notte del 23 agosto' (FOTO). Nel corso della mattinata è stato disposto il blocco totale del traffico per alcune ore e questo ha causato, ovviamentre, altri disagi: al momento, ci sono 3 chilometri di coda sia verso sud (tra Pedaso e Grottammare) e 7 chilometri tra Val Vibrata e Pedaso in direzione nord. 

image

Aggiornamento: VIDEO / Viaggio nella galleria danneggiata e punto sui lavori

Il camion che ha preso fuoco ha gravemente danneggiato la galleria

Lunghe code in entrambe le direzioni di marcia anche nella giornata di ieri e traffico intenso, ma scorrevole, sulla statale 16. In Prefettura, ad Ascoli, non ci sono stati incontri con la società Autostrade per l’Italia. Proseguiamo per ordine a iniziare dalla situazione della viabilità autostradale che nella giornata di ieri ha vissuto una situazione transitoria. In carreggiata nord si è avuta mediamente una coda sui 4 chilometri che nel pomeriggio è andata aumentando fino a sfiorare i 10, mentre in carreggiata sud la coda si è attestata intorno ai 6 chilometri a seguito dei ripetuti blocchi della deviazione nella galleria opposta per consentire lo smaltimento dei veicoli diretti verso Ancona.

La galleria chiusa causa ancora lunghe code

Chiusure di circa mezz’ora, ma nel pomeriggio la situazione si è fatta di nuovo critica come accaduto anche lunedì fino alle 21,15. In coincidenza con le chiusure alternate, la viabilità si è diretta sulla statale Adriatica, dove ci sono stati disagi di poca entità grazie anche ai semafori lampeggianti in tutti i comuni costieri. Un provvedimento che nella giornata di lunedì diversi comuni, compreso San Benedetto, avrebbero fatto bene ad adottare fin dal mattino senza attendere il pomeriggio inoltrato. In serata però a peggiorare la situazione l’incidente tra auto e scooter che ha creato lunghe code a Ragnola, in cui è rimasto ferito un uomo di 32 anni: gli è stato diagnosticato un trauma cranico.

Ora si guarda al lavoro di messa in sicurezza della galleria Castello di Grottammare, danneggiata dalle alte temperature a causa del Tir andato in fiamme giovedì sera. La società Autostrade parla di intervento urgente e immediato, ma di notte non c’è alcuna attività lavorativa e questo sta facendo storcere il naso a tanti. Si era avuta notizia di un eventuale incontro tra i dirigenti della società Autostrade e il prefetto Rita Stentella, incontro che non c’è stato.

Si attendono comunicazioni nella giornata di oggi o al massimo quella di domani per sapere a che punto sono i lavori di messa in sicurezza della galleria con la realizzazione del mini tunnel in carpenterie metalliche, lungo 200 metri, che servirà a proteggere gli automobilisti da eventuali distacchi di frammenti di cemento della calotta in calcestruzzo danneggiata dall’incendio (FOTO).

Se nelle prossime 48-60 ore non dovessero arrivare novità concrete da parte della società Autostrade sull’andamento dei lavori in corso e sulla possibilità di riaprire la galleria, il Prefetto valuterà la necessità o meno di convocare un summit. C’è, infatti, la preoccupazione di dover affrontare un’altra ondata di contro esodo nelle stesse condizioni, disastrose, del fine settimana scorso. Intanto i sindaci Paolo Calcinaro di Fermo, Nicola Loira di Porto San Giorgio e Nazareno Franchellucci di Porto S. Elpidio, spiegano che "siamo intenzionati a chiedere un indennizzo alla Società Autostrade".