Incidente Castignano,Sejnur Bekiri e la vettura distrutta
Incidente Castignano,Sejnur Bekiri e la vettura distrutta

Castignano (Ascoli Piceno), 12 agosto 2019 - Aveva un tasso alcolemico tre volte superiore al limite consentito il conducente dell’Alfa 147 che si è schiantata contro un albero sabato sera a Castignano, provocando la morte di Sejnur Bekiri. Una percentuale di alcol nel sangue pari a 1,6, quando il valore massimo consentito per potersi mettere alla guida è di 0,5. Ora l’uomo, M.V di 38 anni, è ricoverato in seguito ad alcune fratture al costato riportate nello scontro, ed è piantonato dai carabinieri perché è stato tratto in arresto con l’accusa di omicidio stradale.

Già questa mattina potrebbe svolgersi il processo per direttissima, mentre la procura sta valutando se procedere a un accertamento autoptico o a una semplice ricognizione cadaverica sul cadavere dello sfortunato 25enne. L’esame rappresenta una prassi necessaria, tuttavia le cause della morte del giovane sono piuttosto chiare. Il ragazzo è deceduto a causa del violentissimo impatto dell’auto sulla quale si trovava contro un albero che si trova sulla destra della Provinciale che conduce alla Valtesina, a poche curve dal paese.

A provocare l’uscita di strada del mezzo potrebbero essere stati la velocità particolarmente elevata alla quale i due viaggiavano e la mancanza di riflessi del guidatore, determinata proprio da un eccessivo uso di alcol. Sembra che poco prima di mettersi alla guida del proprio mezzo – stando a quanto riferiscono alcuni residenti della zona – il 38enne avesse trascorso diverse ore in alcuni bar del centro del paese. Poi, poco prima delle 20, avrebbe deciso di andarsi a fare un giro, invitando anche Sejnur, amico da tempo e vicino di casa. Il quale, stando sempre a quanto avrebbero riferito alcuni frequentatori del bar, al contrario del 38enne non aveva ecceduto nel bere, e comunque non era un ragazzo che generalmente abusava con gli alcolici. Sejnur era perfettamente integrato nella vita del paese, nel quale era nato 25 anni fa quando il padre e la madre si sono trasferiti in Italia dalla Macedonia. I genitori e il fratello hanno appreso la tragica notizia nel loro paese originario, dove si erano recati per trascorrere le vacanze estive, e ora stanno facendo ritorno a Castignano. L’improvvisa scomparsa del 25enne ha sconvolto tutto l’entroterra castignanese, che era affezionatissimo a questo giovane. I funerali di Bakiri saranno celebrati non appena il magistrato avrà disposto il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari.