Quante volte vi è capitato che, rimettendo in ordine un cassetto di un armadio, un comò, una scrivania o un tavolo da studio salti fuori una lettera o una foto capace di dare il via ai ricordi, carissimi, se il tema in evidenza è riferito all’infanzia e all’adolescenza. Fotocopia di quanto è successo a Angelo Capriotti, dipendente della Multiservizi Spa, che nei giorni scorsi si è ritrovato tra le mani una vecchia foto del compianto zio Lallo Merlini, conosciutissimo per la sua simpatia nel lavoro quotidiano di dipendente dell’amministrazione comunale come addetto alla disinfestazione del territorio e per l’attaccamento alla Sambenedettese Calcio che concretizzava come ‘attacchino’ dei manifesti delle gare al vecchio stadio ‘F.lli Ballarin’. Un motivo di orgoglio e vanto per Angelo, ancor di più perché, allegata alla foto, c’era una dedica datata 17 luglio 1982, dell’allora portiere della Samb, passato poi all’Inter e, contestualmente, tra i pali della Nazionale azzurra: ‘Al super sportivo Lallo Merlini con simpatia e amicizia, Zenga Walter’.

p. b.