La pista da sistemare Per le prove di lunedì sera

Umberto Colavita ha preso il posto del dimissionario Celani e ha tre giorni per risolvere la situazione. Massetti: "Un periodo difficile per la Quintana".

La pista da sistemare  Per le prove di lunedì sera

La pista da sistemare Per le prove di lunedì sera

Tre giorni di tempo. E’ quanto avrà a disposizione Umberto Colavita, che ha preso il posto del dimissionario Maurizio Celani come tecnico Fise, per sistemare la pista dello Squarcia in vista delle prossime prove dei cavalieri, in programma lunedì sera. Volge a termine, infatti, una tra le settimane più ‘strane’ nella storia della Quintana, caratterizzata da tante polemiche proprio inerenti le condizioni del campo dei giochi. Mercoledì sera, però, la situazione era decisamente migliore, ma occorre lavorare ancora molto affinchè la pista possa essere il più possibile performante, ma soprattutto sicura, per la Quintana di sabato prossimo. A lanciare un appello di pace, per tutti i sestieranti, è il presidente del consiglio degli anziani Massimo Massetti. "Stiamo vivendo un periodo di difficoltà per la Quintana – ammette Massetti –. Tra tutte le questioni sul tavolo, la più urgente è quella di riportare la pista ad alti livelli. Con noi ora c’è Umberto Colavita, un nuovo tecnico Fise che ha lavorato al campo, ininterrottamente fino alla mezzanotte di martedì, riprendendo le operazioni alle sette di mercoledì mattina. C’è un clima di collaborazione con tutti i sei sestieri. L’otto di gara ancora non è performante come dovrebbe essere nel giorno della giostra, ma abbiamo ancora otto giorni davanti per lavorare, seguendo le indicazioni di Colavita. Intanto a Pierluigi Chicchini vanno i nostri auguri di pronta guarigione. Nell’ultimo mese si sono create tante situazioni particolari. I fatti di Foligno hanno avuto quasi una eco più vasta qui ad Ascoli, che nel luogo dove hanno avuto origine. Questa cosa dovrebbe far riflettere. Cosa penso a questo proposito? – conclude il presidente –. Non sono situazioni piacevoli, ma noi non siamo giudici per decidere se un cavaliere possa gareggiare o meno. Bisogna trovare tanta serenità e tenere alto il nome della Quintana".

Nel frattempo, arriverà probabilmente oggi l’ufficialità in merito al fatto che il 22enne Tommaso Finestra, per la giostra di luglio, sarà il cavaliere del sestiere di Sant’Emidio.

Matteo Porfiri