La ruota panoramica a San Benedetto due anni fa
La ruota panoramica a San Benedetto due anni fa
La ruota panoramica di nuovo a San Benedetto. Dopo due anni di vuoto, è Forza Italia ad annunciare il ritorno dell’attrazione turistica al molo sud. Secondo gli azzurri, infatti, tale misura sarebbe parte integrante del programma di rilancio del turismo cittadino, attraverso una valorizzazione dell’area in prossimità del porto, della darsena, in continuità con il lungomare. Alfiere di quest’iniziativa, come sempre, è Carmine Chiodi, coordinatore locale dei berlusconiani. "Stiamo lavorando per far...

La ruota panoramica di nuovo a San Benedetto. Dopo due anni di vuoto, è Forza Italia ad annunciare il ritorno dell’attrazione turistica al molo sud. Secondo gli azzurri, infatti, tale misura sarebbe parte integrante del programma di rilancio del turismo cittadino, attraverso una valorizzazione dell’area in prossimità del porto, della darsena, in continuità con il lungomare. Alfiere di quest’iniziativa, come sempre, è Carmine Chiodi, coordinatore locale dei berlusconiani. "Stiamo lavorando per far tornare la ruota panoramica al molo sud, da marzo a maggio – dice il consigliere comunale – ritengo che questo sia un asse portante dell’offerta sambenedettese, in termini commerciali e turistici: negli anni passati, nonostante le solite polemiche, l’installazione dell’attrazione in piazza Mar del Plata è piaciuta a tutti, cittadini ed esercenti. Il grande afflusso di persone ha favorito il ricircolo delle masse nel nostro centro, a tutto vantaggio delle nostre attività". Quest’anno e nel 2020, per motivi legati alla sicurezza sanitaria, la ruota non è tornata in riviera. L’ultima apparizione risale alla primavera del 2019, quando venne posizionata una ruota di circa 31 metri a ridosso del parcheggio pubblico del molo sud. "La location è ideale – prosegue Chiodi – chi vi sale, infatti, può godere al meglio del nostro splendido panorama costiero: per la maggior parte degli avventori si tratta di un’esperienza difficile da dimenticare". Anche il periodo sarebbe il solito. "La scelta migliore è quella che va dall’inizio della primavera ai prodromi dell’estate – spiega ancora il membro dell’assise – perché bisogna sempre ragionare in un’ottica di destagionalizzazione dell’offerta turistica. In tal senso, portare la ruota al molo sud significa sfruttare al meglio le festività pasquali e i ponti che precedono la bella stagione. Quale momento migliore per godersi il mare in relax?".

Il ritorno della ruota pertanto diventa parte integrante del programma elettorale di Forza Italia. In passato, ovviamente, non sono mancate obiezioni a tale iniziativa. La minoranza, in particolar modo, ha criticato l’attuale amministrazione per il livello del calendario eventi e manifestazioni, considerato basso. "La ruota non è un evento a sé – conclude Chiodi – fa parte di un programma generale di valorizzazione del nostro litorale, che parte dal monumento alla Genevieve, per passare al giardino Nuttate de Lune, alla passeggiata del gabbiano Jonathan, fino al nuovo villaggio della piccola pesca e al museo del mare".

Giuseppe Di Marco