Loculi, assegnati i lavori al cimitero. Il costo previsto è di 750mila euro

È l’ultimo dei tre blocchi,. Con questo progetto. disponibili 300 nuove unità . di cui 240 già vendute.

Loculi, assegnati i lavori al cimitero. Il costo previsto è di 750mila euro

Loculi, assegnati i lavori al cimitero. Il costo previsto è di 750mila euro

La Stazione unica appaltante di Fermo ha assegnato i lavori di realizzazione del terzo blocco di loculi nel cimitero di Grottammare, progetto redatto dall’architetto Andrea Paolini per un importo di 750 mila euro. La realizzazione dell’opera è affidata alla E.a.c.o di Castiglion del Lago (Perugia) che ha offerto un ribasso del 18,737% per un importo contrattuale di 486.082,03 euro oltre i costi di oneri per la sicurezza che non sono soggetti a ribasso e l’Iva. Si tratta dell’ultimo dei tre blocchi previsti nella zona ovest del cimitero dove in precedenza sono stati completati altri due blocchi. Al termine dei lavori sono disponibili globalmente 300 nuovi loculi di cui 240 già venduti. Con gli incassi l’amministrazione comunale ha dato il via anche al terzo e ultimo blocco. In settimana è in programma l’incontro fra la ditta appaltatrice e gli amministratori per la firma del contratto cui farà seguito l’inizio dei lavori.

"Un’opera importante per rispondere alle esigenze dei cittadini – ha affermato il sindaco Alessandro Rocchi – Con questi lavori si completano tutte le aree disponibili per la realizzazione di loculi nel nostro cimitero. Bisognerà ragionare sul futuro, se prendere in considerazione un eventuale esproprio o se concentrarsi sul riutilizzo della parte vecchia del cimitero, magari con il potenziamento degli ossari. E’ una questione molto delicata e di non facile soluzione". Sull’argomento interviene anche l’assessore ai lavori pubblici Manolo Olivieri: "Completata la realizzazione dell’ultimo blocco di loculi i prossimi investimenti saranno destinati ad ottenere una migliore fruibilità del luogo di riposo. Prevediamo altre opere per l’abbattimento delle barriere architettoniche in modo di consentire a tutti, anche a chi ha difficoltà di locomozione, di accedere al cimitero e fare visita ai propri cari".

Marcello Iezzi