Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
4 mag 2022

L’omaggio ai caduti sul lavoro a Propezzano di Montegallo

Una giornata speciale con le diocesi di Ascoli e San Benedetto. Il vescovo Palmieri ha invitato tutti all’unione nella ricostruzione

4 mag 2022

Gli uffici della Pastorale del lavoro della Diocesi di Ascoli e San Benedetto hanno organizzato per il 1 maggio, nella frazione di Propezzano, a Montegallo, una giornata di riflessione e preghiera. Durante la giornata è stata deposta una corona di fiori nel cimitero, a ricordo dei caduti sul lavoro. Propezzano ricorda il carabiniere Emidio Rovedi, che nel 1971 morì in servizio, mentre nel 1975 il poliziotto Aliano Bracci fu barbaramente assassinato a Milano durante una rapina in banca. Il sindaco Sante Capanna ha ricordato anche l’agricoltore allevatore Gaetano Capanna morto mentre stava lavorando nei campi. Dopo la processione i presenti si sono recati nel monumento dedicato ai due operai, morti nel 1963, mentre stavano lavorando alla realizzazione dell’acquedotto del Vettore: Pietro Capanna e Giuseppe Morelli. Momenti carichi di emozioni, il sindaco nel suo intervento ha ringraziato i vescovi di Ascoli e San Benedetto, il personale delle rispettive Pastorali del lavoro per aver scelto di festeggiare la giornata del lavoro a Montegallo. Consapevoli dell’importanza del lavoro, gli amministratori dei piccoli comuni montani, oltre ad occuparsi della ricostruzione post sisma, stanno lavorando per cercare finanziamenti, magari dai fondi Pnrr per risollevare l’economia dei territori e cercare qualche posto di lavoro che possa permettere di tornare a vivere in questi luoghi meravigliosi. Si è inoltre discusso delle soluzioni per evitare gli incidenti sul lavoro. Solo con la collaborazione di tutti si otterranno risultati. All’incontro sono interventi il parroco don Riccardo Patalano, don Giuseppe parroco di Offida e segretario della pastorale del lavoro della diocesi di Ascoli, il responsabile della pastorale del lavoro della diocesi di San Benedetto, l’ingegner Angelo Sciamanna e altri professionisti come Alfredo Cristofori amministratore di Pata Sibilla. Il vescovo Palmieri durante l’omelia ha invitato tutti all’unione nella ricostruzione.

Maria Grazia Lappa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?