Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Mascherine e Green Pass Nuove regole da domani

Fino al 15 giugno ffp2 obbligatorie nel trasporto pubblico, per cinema, teatri, nei locali di intrattenimento e per tutti gli eventi che si svolgono al chiuso

Nel trasporto pubblico resta la mascherina
Nel trasporto pubblico resta la mascherina
Nel trasporto pubblico resta la mascherina

Mascherine e Green pass: le prime continueranno a farci compagnia fino al 15 giugno, il secondo andrà invece riposto nel cassetto da quasi tutti a partire dal primo maggio. Questo, in estrema sintesi, è quanto è stato disposto dall’emendamento, approvato in commissione alla Camera, all’ultimo Decreto Covid di marzo a cui ha fatto seguito l’ordinanza, in vigore da domani, del Ministro della salute, Roberto Speranza, necessaria per fare da ponte ai tempi tecnici della conversione del decreto.

L’obbligo di utilizzare le mascherine, le ffp2, rimarrà nel trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza, per gli spettacoli aperti al pubblico nei cinema, nei teatri, nei locali di intrattenimento e musica dal vivo e per tutti gli eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso. Dovranno indossarle anche i lavoratori, gli utenti e i visitatori di ospedali, strutture sanitarie, socio sanitarie e socio assistenziali, incluse le Rsa. Negli altri luoghi di lavoro, invece, questi dispositivi di protezione saranno solo raccomandati, così come in caso di assembramenti nei luoghi al chiuso pubblici come negozi o centri commerciali. Per quanto riguarda la scuola, l’utilizzo della mascherina, chirurgica o ffp2, è stata già prevista fino alla conclusione dell’anno scolastico 2021-2022. Passando al Green pass, ovvero alla certificazione che attesta l’avvenuta vaccinazione contro il Sars-Cov-2, da domani decadrà l’obbligo di possederlo per accedere in tutti i luoghi, ad eccezione di quelli sanitari. Nella sua forma base continuerà ad essere necessario per i viaggi all’estero, ma non sarà più richiesto in Italia. Quello rafforzato, che viene rilasciato solo in seguito a vaccinazione o guarigione, da domani primo maggio non servirà più per frequentare palestre e piscine al chiuso, partecipare a feste e cerimonie, convegni e congressi, entrare in discoteche e sale da gioco, andare al cinema e al teatro.

L’unica eccezione sono le visite in ospedale e Rsa, dove sarà necessario esibire il super Green pass fino al 31 dicembre. Da domani decade anche l’obbligo di green pass base per accedere al luogo di lavoro, consumare in bar e ristoranti al chiuso, salire su aerei, treni, traghetti e pullman, partecipare a concorsi pubblici, accedere alle mense, andare allo stadio. L’obbligo di vaccinazione resterà però in vigore fino al 15 giugno per insegnanti e personale scolastico, forze dell’ordine e cittadini con più di 50 anni, pena multa di 100 euro. Fa eccezione il personale medico e del comparto sanità, per il quale vale l’obbligo di immunizzazione contro il Covid-19 fino al 31 dicembre 2022, pena la sospensione dal lavoro e dello stipendio.

Lorenza Cappelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?