Quotidiano Nazionale logo
6 mar 2022

Messa in sicurezza dei pini Affidati i lavori per 32mila euro

Lungomare Est, sarà la ditta Traini Ecoservices ad occuparsi del progetto di riqualificazione

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Grottammare ha approvato il piano di messa in sicurezza e riqualificazione delle pinetine che si trovano sul versante est del lungomare, tra i campi da tennis e piazza Kursaal. I lavori sono stati già appaltati alla ditta Traini Ecoservice srl per un importo di circa 32 mila euro più iva. L’attività è inserita all’interno del progetto di riqualificazione del lungomare il cui computo metrico è stato redatto dall’architetto Bernardino Novelli responsabile del servizio progettazione e direzione lavori. Si tratta di eliminare le piante ritenute pericolanti, che saranno subito sostituite con altri pini già di una certa grandezza e di procedere alla potatura di tutti gli altri. "Il progetto di riqualificazione delle pinete è stato affrontato scientificamente con il parere e il supporto tecnico dell’agronomo Lorenzo Granchelli – afferma il sindaco Enrico Piergallini – Rientra all’interno di un più ampio studio sulle pinete dell’Adriatico che lo stesso agronomo sta conducendo da tempo. L’intervento sulle pinete sarà estremamente conservativo, ciò significa che saranno rimossi solo i pini ormai troppo vecchi e pericolosi. Tutti gli altri saranno o conservati o consolidati attraverso un sistema di reciproco aiuto tra le essenze". Vale a dire che i pini più robusti sorreggeranno quelli che iniziano a dimostrare qualche cedimento, ma possono comunque essere salvaguardati. La scelta di conservare tutte le aree verdi con le pinete è stata concordata nella fase assembleare di condivisione del progetto del lungomare. "In un primo tempo – dice ancora Piergallini –, infatti, pensavamo di sostituire i pini a nord del tennis con essenze arboree più variegate e diverse. I cittadini che hanno partecipato all’assemblea pubblica hanno invece dimostrato la loro volontà di conservare il pino come essenza paesaggisticamente più consona all’ambiente e così abbiamo fatto". Marcello Iezzi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?