Monte Urano, Moretti si candida. Via le deleghe all’assessore Brasili

L’avvocato 46enne in lizza per le comunali: "Andremo in mezzo alla gente per raccogliere idee".

Monte Urano, Moretti si candida. Via le deleghe all’assessore Brasili

Monte Urano, Moretti si candida. Via le deleghe all’assessore Brasili

E’ iniziata la corsa alle Comunali 2024 a Monte Urano con la presentazione ufficiale del primo candidato sindaco, l’avvocato 46enne Claudio Moretti, alla guida della lista ’Patto Civico per Monte Urano’ che si propone quale alternativa civica nella competizione elettorale. Moretti è stato assessore alle Politiche Sociali e allo Sport nella giunta targata Pd guidata da Francesco Giacinti. Un "patto trasversale" come lo ha definito il candidato sindaco. "Mi metto a servizio della collettività, Monte Urano da 75 anni è sempre e solo stata governata dal centrosinistra. Confrontandoci abbiamo deciso di creare una lista profondamente alternativa perché tante persone non hanno visto rappresentare il loro punto di vista finora. Organizzeremo diversi momenti di incontro con la popolazione a partire dal prossimo 22 febbraio. I nostri principi di programma si basano su sei punti: sviluppo, sostenibilità, salute, sicurezza, sport e solidarietà. Andremo in mezzo alla gente per confrontarci con loro, raccogliere idee. Lista per due terzi è pronta ma c’è ancora spazio, una lista non politicizzata ma assolutamente civica".

E’ balzata agli occhi la presenza al fianco del candidato sindaco di Marco Doria, Alessandro Quinzi, Robin Basso e soprattutto dell’assessore uscente Massimo Brasili che ha spiegato così la sua scelta: "Non rinnego l’appartenenza a questa amministrazione, ringrazio la sindaca Canigola per l’opportunità di fare l’amministratore. Già da tempo però avevo chiesto di guardarsi attorno non rimanendo solo nell’alveo del centro-sinistra ma ad oggi non c’era stata una chiara disponibilità".

La risposta dell’amministrazione è arrivata nella tarda mattinata di ieri con il ritiro delle delle deleghe all’urbanistica, ambiente e sport a Massimo Brasili, deleghe che tornano alla sindaca Moira Caingola in attesa di riassegnarle nei prossimi giorni. "Una decisione – si legge nella nota – presa per mantenere l’omogeneità e l’efficacia dell’Amministrazione Comunale nel perseguire gli interessi della comunità di Monte Urano".

Roberto Cruciani