Ambulanza
Ambulanza


Castel di Lama, 5 novembre 2019 - E’ entrato nel bar della stazione di servizio Tamoil lungo l’asse attrezzato a Villa Sant’Antonio a Castel di Lama, ha ordinato qualcosa da bere, ma quando è uscito è stramazzato a terra esanime. E’ morto così ieri sera un ragazzo di origini rumene sul cui decesso indaga la Questura di Ascoli. Una morte improvvisa dovuta probabilmente a cause naturali, ma la Procura della Repubblica vuole vederci chiaro, anche alla luce della giovane età della vittima e dunque ha disposto il sequestro della salma per disporre, probabilmente già questa mattina, l’autopsia chiarificatrice sulle cause del decesso.

L’uomo, di età inferiore ai 30 anni, sposato e padre di una bambina, era poco prima entrato nel locale per bere qualcosa; uscito, si è accasciato a terra. I presenti hanno immediatamente allertato il 118. Giunti in breve, i sanitari non hanno potuto che constatare il decesso. Sul posto personale della Questura, coi rilievi a carico della polizia scientifica. Al momento sembrerebbe che il decesso sia dovuto a cause naturali. Secondo i primi accertamenti della polizia, che ha contattato i familiari, il ragazzo, infatti, nei giorni scorsi non era stato bene, ha accusato una forte tosse, ma nulla faceva presagire la gravità della situazione precipitata ieri in serata con il decesso improvviso.