Ascoli, 16 aprile 2018 - Non ce l'ha fatta l'uomo di Venarotta punto da un insetto sabato pomeriggio. B.F., di 59 anni, si è spento questa mattina nell'ospedale di Ascoli, dove era stato ricoverato in condizioni estremamente critiche. I tentativi di rianimazione nelle precedenti 36 ore sono stati  disperati, ma non c'è stato nulla da fare.

Non è ancora chiaro che cosa abbia provocato il decesso. Si è trattato quasi certamente di uno shock anafilattico, innescato dalla puntura di un animale. L'uomo sabato pomeriggio stava raccogliendo asparagi in aperta campagna, nella zona di Porchiano, quando è stato punto da qualcosa. In un primo momento si era pensato ad una vipera, ma sul corpo non erano presenti segni compatibili con il morso di un serpente.

E' stato lui stesso a chiamare i soccorsi, dicendo di sentirsi male. Sul posto sono giunte ambulanza e vigili del fuoco, che avrebbero dovuto perlustrare l'area per riuscire a individuare il punto in cui si trovava il 59enne. E' stato poi il figlio a trovarlo, caricarlo in auto e accompagnarlo all'ambulanza. Poi la corsa in ospedale, dove è giunto in condizioni particolarmente critiche, con in corso una grave crisi respiratoria.

Trasferito in rianimazione, dove gli sono state praticate tutte le cure necessarie, B.F. è rimasto sempre in condizioni molto gravi  e questa mattina il suo cuore ha cessato di battere. Disposta l'autopsia.