Offida chiude in bellezza. Lo spettacolo dei Vlurd per un fuoco di emozioni. Che festa per i 500 anni

Martedì grasso nel segno della tradizione nella città del merletto. Le tante attese riposte per questo appuntamento non sono andate deluse.

Offida chiude in bellezza. Lo spettacolo dei Vlurd per un fuoco di emozioni. Che festa per i 500 anni

Offida chiude in bellezza. Lo spettacolo dei Vlurd per un fuoco di emozioni. Che festa per i 500 anni

Ad Offida si accende la tradizione. Il borgo si rianima rischiarata dalle luci della fantasmagorica sfilata dei Vlurd, che non finisce mai di stupire ed incantare. Il fuoco illumina l’ultimo giorno del Carnevale. Fuochi di artificio, gioia e urla si sono uniti nell’ultimo giorno della festa, che ha celebrato i 500 anni del Carnevale storico di Offida. Come da tradizione al calar del sole si infiamma la cittadina. I Vlurd sono enormi fasci di canne e paglia che colorano il centro.

La manifestazione ogni anno richiama visitatori da ogni dove. Si tratta di un’antica e suggestiva tradizione popolare, che al di là della sua spettacolarità rappresenta una festa tradizionale, che è rimasta sostanzialmente invariata nel corso degli anni. Un rito carico di significati simbolici legati alla tradizione del fuoco.

Durante il corteo l’emozione sale alle stelle, il fumo, le scintille del fuoco la fanno da padrone. Il fuoco è il protagonista principale dei Vlrud, ma sono i portatori delle fiaccole, che con l’andatura un po’ barcollante, tra urla e danze selvagge percorrono tutto il Corso Serpente Aureo, a dominare la scena. I Vlurd percorrono un itinerario circolare attraversando gli stretti vicoli del centro storico tra canti e risate. Il borgo si rianima, prende vita e colore nella notte rischiarata dalle luci delle fiaccole che, secondo la tradizione, purificano il paese.

L’enorme serpentone fiammeggiante striscia per tutto il centro storico fino ad arrivare in piazza del Popolo dove i protagonisti: uomini e donne, giovani di tutte le età, provenienti da ogni parte, lanciano i Vlrud nel falò, alimentandolo. Questo fuoco brucia simbolicamente quanto di negativo c’è stato. Ancora una volta tutti intorno a ballare, quasi in preda alla follia, urla, chiamazzi e canti.

Sulle note di Addio Ninetta Addio, inno ufficiale del Carnevale storico di Offida, si conclude l’edizione del carnevale storico che ha festeggiato i 500 anni. Le tante attese covate per questo appuntamento non sono andate deluse, in tantissimi sono arrivati ad Offida per cogliere e condividere questi attimi di gioia pura.

Maria Grazia Lappa