Orion monitorerà le emissioni odorigene del depuratore di Campolungo

La ditta Orion monitorerà le emissioni odorigene del depuratore di Campolungo per capire quali sono i problemi e come risolverli. Ciip, sindaci e comitato Aria Pulita si sono incontrati in teleconferenza per discuterne. Centralina a ridosso del depuratore per raccogliere dati e correlare segnalazioni della cittadinanza.

La ditta Orion monitorerà le emissioni odorigene del depuratore di Campolungo. Lo ha annunciato ieri il Ciip, in un incontro in teleconferenza, con il dottor Roberto Marino dell’Orion. All’appuntamento erano presenti i rappresentanti del Ciip l’ingegnere Claudio Carini, l’ingegner Carlo Ianni e il chimico Umberto Aloisi, assente il sindaco di Ascoli, presente invece il sindaco di Castel di Lama Mauro Bochicchio, l’assessore Stefano Falcioni e una delegazione del comitato Aria pulita. I presenti hanno spiegato che si tratta di effettuare il monitoraggio delle emissioni odorigene per capire quali sono i problemi, seguirà una fase di analisi e cercare di capire quali sono le cause per poi tentare di risolverli o quanto meno attenuarli. La centralina verrà sistemata a ridosso del depuratore per capire cosa sta entrando, inoltre verrà effettuata una correlazione tra i dati ottenuti e le segnalazioni della cittadinanza. Si tratta di un intervento che il Ciip ha messo in atto per cercare di capire quali sono i problemi e focalizzare l’attenzione sull’aspetto chimico, per poi avere chiaro quali dovranno essere le azioni da intraprendere per l’abbattimento delle emissioni odorigene, che da anni stanno determinando profondi disagi alla cittadinanza di Villa Sant’Antonio, che ha intrapreso anche diverse azioni legali. L’ingegnere di Orion Marino ha chiarito a tutti i presenti che l’intervento mira ad un approfondimento, che permetterà di tracciare gli episodi odorigeni e insieme la raccolta delle segnalazioni di molestia olfattiva e la loro verifica oggettiva.

m.g.l.