Una giornata speciale, quella vissuta ieri ad Acquasanta. Nell’ufficio comunale, infatti, in presenza del notaio Calvelli, è stato stipulato l’atto di compravendita della palazzina in stile liberty, dell’area adibita a camerini e degli spazi adiacenti alla piscina e alla grotta sudatoria. "Finalmente, dopo anni, siamo riusciti a far tornare questi beni nella proprietà del Comune e saranno a servizio dell’intero progetto di ripristino della piscina e grotta sudatoria – spiegano il sindaco Sante Stangoni e il vicesindaco acquasantano Luigi Capriotti -. Difatti, nei giorni scorsi, lo studio ‘Di Emidio Progetti’, con la collaborazione dell’architetto Cucchiaroni e del professor Modena nonchè di altri professionisti, ha presentato il progetto esecutivo dell’intero complesso termale. Ora il progetto andrà alla stazione unica appaltante regionale per individuare la ditta che effettuerà i lavori. In autunno si parte. Un ringraziamento particolare va alla Famiglia Ferranti, al nostro dirigente d’area, l’architetto Marino Ciucci e il geometra Gino Santoni. Gioiamo tutti per questo momento tanto atteso – concludono Stangoni e Capriotti -, che dà speranza e futuro ad un’intera Provincia e a tutte le aree interne".