Palpeggiata in spiaggia, intervengono i carabinieri (foto d'archivio)
Palpeggiata in spiaggia, intervengono i carabinieri (foto d'archivio)

San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 10 luglio 2020 – Ha palpeggiato una donna in spiaggia. I carabinieri della stazione di Porto d' Ascoli e del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Benedetto del Tronto, hanno arrestato un 39enne ucraino per violenza sessuale ai danni di una turista 22enne piemontese. Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi, ma è stato reso noto solo oggi.

Ad attivare l'intervento dei militari è stata una bagnante che si trovava in spiaggia: dopo avere notato alcuni strani movimenti nell'acqua, ha contattato il 112 dei carabinieri, per segnalare che nel tratto di costa su cui affaccia la zona Sentina un uomo dapprima aveva tentato un approccio fisico con una ragazza intenta a prendere il sole, poi, ricevuto il suo rifiuto e vedendola incamminarsi in mare, l'aveva seguita e palpeggiata nelle parti intime.

La ragazza, però, era riuscita a divincolarsi e a chiedere aiuto. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Porto d' Ascoli, supportati da una squadra motociclisti del Nor di San Benedetto del Tronto, hanno individuato subito l'aggressore, che aveva cominciato a importunare altre donne in spiaggia. È stato bloccato e condotto in caserma, dove al termine degli accertamenti e delle formalità di rito, è stato dichiarato in arresto dai carabinieri. La Procura di Ascoli Piceno ha disposto un nuovo ascolto della ragazza parte offesa e ha chiesto la convalida dell'arresto, che è arrivata il 7 luglio.