Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
2 gen 2022

Petardo gli scoppia in mano: dita amputate a un 22enne di Ascoli

Il ragazzo con alcuni amici ne stava lanciando uno che gli è esploso tra le mani, maciullandole: è grave

2 gen 2022
peppe ercoli
Cronaca
featured image
Un petardo gli scoppia in mano: grave 22enne
featured image
Un petardo gli scoppia in mano: grave 22enne

Ascoli, 2 gennaio 2022 - Capodanno amaro per un 22enne di Maltignano che allo scoccare della mezzanotte è rimasto gravemente ferito per lo scoppio di un petardo. Danni gravissimi alle mani che hanno richiesto l’amputazione di alcune dita e falangi di entrambi gli arti. Nella sfortuna, in qualche modo il giovane ascolano può ritenersi fortunato poiché la deflagrazione dell’ordigno avrebbe potuto causare danni ancora più gravi. Il ragazzo, che fra qualche settimana compirà 23 anni, la sera dell’ultimo dell’anno è partito da Maltignano, dove risiede con i genitori e un fratello, alla volta di Roccafluvione. Con lui la fidanzata e alcuni amici. Insieme avevano deciso di aspettare l’arrivo del nuovo anno a cena in un ristorante del posto. Una serata tranquilla, gioviale, in un clima di allegria, compatibilmente coi timori che in questo periodo coinvolgono praticamente tutti e che derivano dal Covid. Poco prima di mezzanotte i ragazzi, insieme ad altre persone che erano a cena, si sono portati all’esterno, nella piazza di Roccafluvione.

C’era anche il ragazzo di Maltignano che aveva con sé un gioco pirotecnico, un petardo con la miccia che il 22enne ha acceso allo scoccare della mezzanotte per festeggiare l’anno nuovo. Ma qualcosa è andato storto. "Mi ha detto che lo stava lanciando quando gli è esploso in mano" racconta il padre che nottetempo è stato informato dell’accaduto. "Lo stava buttando e invece non ha fatto in tempo, gli è esploso fra le mani". Questione veramente di secondi, dunque, e la deflagrazione lo ha investito nella parte anteriore del corpo, in particolare alle mani che hanno riportato danni gravissimi. Giunti sul posto i sanitari del 118 hanno capito subito che la situazione era grave ed hanno richiesto il trasferimento in eliambulanza all’ospedale regionale di Ancona. Ma l’altra notte Icaro non poteva alzarsi in volo; allora il 22enne è stato trasportato in ambulanza all’ospedale Mazzoni dove è stato preso in cura dai sanitari del 118 e da tecnici e medici di ortopedia.

Il giovane di Maltignano è stato sottoposto ad esami radiografici e gli sono stati somministrati farmaci e potenti antidolorifici: il dolore alle mani era infatti fortissimo. Inevitabile la decisione di trasferirlo in ambulanza ad Ancona dove è giunto prima delle 5 di mattina ed è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Purtroppo i danni alle mani erano davvero gravi. Tante le dita danneggiate totalmente o parzialmente, soprattutto quelle della mano destra. Per cui l’equipe di chirurgia ha dovuto effettuare una serie di amputazioni di diverse falangi. Il ragazzo resta dunque ricoverato agli Ospedali riuniti di Ancona dove nei prossimi giorni verrà valutato il decorso post operatorio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?