Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

’Picchio is on fire’: esplode la festa playoff

Birra a fiumi per i tifosi inglesi del Woodbridge Town insieme ai bianconeri. La squadra al ristorante Ruspante con un super Sottil

E’ stata una notte di grande festa. Peccato che dopo la partita erano davvero pochi i locali ancora aperti, pur essendo un venerdì sera. La pioggia e il freddo devono aver convinto tanti esercenti ad anticipare la chiusura e così all’uscita del pubblico dallo stadio, ben oltre le ore 23, i pochi locali aperti sono stati letteralmente presi d’assalto. Il ‘Beer Coyote’ di Franco Piccioni ha addirittura aperto alle 22.30 proprio al termine del match tra Ascoli e Ternana e a farla da padroni sono stati i tifosi del Woodbridge Town reduci dal gemellaggio allo stadio con i supporters del Picchio. Birra a fiumi anche da ‘Zio Kinto’ dove i tifosi bianconeri hanno continuato a cantare e a festeggiare fino a notte fonda. Ma la festa vera c’è stata al ristorante ‘Il Ruspante’ in corso Vittorio Emanuele. La famiglia di Giggi Argira presente in massa allo stadio è subito corsa ad aprire il locale che ben oltre la mezzanotte ha visto arrivare la compagine bianconera guidata da mister Sottil. La signora Anna Maria, moglie di Giggi Argira, i figli Clorinda e Quirino e il nipote Leonardo si sono subito messi al lavoro per accogliere al meglio i tecnici, lo staff e i calciatori bianconeri. Dopo aver brindato e cantato negli spogliatoi dello stadio Del Duca con tanto di doccia al Prosecco per Frank Tsadjout autore della tripletta che ha permesso il successo sulla Ternana e la qualificazione ai playoff da sesti in classifica, i calciatori del Picchio si sono ritrovati infatti nei saloni del ‘Ruspante’ per mangiare, bere e ballare. Anche qui non sono mancati i cori con il tormentone ‘Picchio is on fire, lalalalala’ lanciato a ripetizione da uno scatenato mister Andrea Sottil che si è liberato da tutte le tensioni della gara. Protagonista indiscusso anche il capitano Federico Dionisi, ma anche Peppe Bellusci che si è impossessato del microfono e ha iniziato a cantare. Poi si è stata la volta del padrone di casa Giggi Argira che ha trascinato al ballo alcune delle signore presenti scatenando urla e applausi. "Mister Sottil per me è come un figlio e lui qui al Ruspante ha trovato la sua seconda famiglia – ha ammesso l’infaticabile Giggi – Sono felicissimo che i bianconeri siano venuti qui".

Valerio Rosa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?