Quintana Ascoli Piceno, uno scatto delle scorse edizioni (Foto LaBolognese)
Quintana Ascoli Piceno, uno scatto delle scorse edizioni (Foto LaBolognese)

Ascoli Piceno, 10 luglio 2019 - La Quintana di luglio è a forte rischio. Le previsioni meteo, infatti, non lasciano spazio ad interpretazioni e per la serata di sabato sono altissime le percentuali di pioggia. Anzi, per le 20, proprio quando il corteo dovrebbe fare il proprio ingresso al campo Squarcia, è previsto un violento temporale, che dovrebbe poi proseguire fino alle 23. In tal caso, ovviamente, la giostra non si correrà e tutto verrà rinviato probabilmente di una settimana, con la successiva data utile che sarebbe il 20 luglio.

E’ un’ipotesi assolutamente plausibile e, all’interno dei sestieri, è tanta la paura che effettivamente questa volta il maltempo possa avere il sopravvento. Già da diversi giorni, infatti, le previsioni sono pessimistiche e la speranza dei quintanari è che qualcosa possa cambiare entro sabato. E’ prevista pioggia anche per venerdì, quando i sestieranti si raduneranno nelle proprie taverne per le tradizionali cene propiziatorie. Si preannunciano, dunque, giornate di attesa e di tensione, con tutti i quintanari che costantemente si aggiorneranno sulle previsioni del tempo. Comunque, qualora la pioggia dovesse arrivare dopo la fine della prima tornata, a termini di regolamento sarebbe valida quella classifica per assegnare il Palio e semmai si dovesse arrivare alle 21 con il tempo incerto potrebbe essere cancellata l’esibizione degli sbandieratori per dare subito il via alla prima tornata. Ma sono tutti discorsi che vanno fatti a ridosso della giostra, perché la situazione potrebbe (si spera) migliorare nelle prossime ore. 

false

L’ultimo rinvio risale al luglio del 2002, quando la giostra venne sospesa durante la prima tornata e recuperata il sabato successivo. In quell’occasione, i figuranti si rifugiarono dalla pioggia all’interno della palestra dello Squarcia. A vincere, una settimana dopo, fu Willer Giacomoni per Porta Solestà in sella a Tiepolo IV. Intanto, domani mattina avverrà la punzonatura delle lance, allo Squarcia, mentre nella mattinata di venerdì il rettore Pippo Traini affiancherà la commissione veterinaria nelle visite mediche pregara cui verranno sottoposti due cavalli per ogni sestiere, il titolare e la riserva. Venerdì, poi, ci sarà il giuramento del magnifico messere a piazza Arringo, alle 18 in punto.

Marco Fioravanti reciterà la formula che è stata scritta per l’occasione davanti al vescovo Giovanni D’Ercole, che per tale cerimonia indosserà un paramento sacro che è stato da poco restaurato. Prevista anche una rappresentanza per ogni sestiere, con le singole delegazioni che saranno guidate da consoli e capisestiere. Poi, alle 19, il corteo si muoverà da piazza Arringo per raggiungere piazza Sant’Agostino, dove si svolgerà il saluto alla Madonna della Pace, con il conseguente sorteggio per l’ordine di assalto al moro nelle prime due tornate. Insomma, la ‘settimana santa’ dei quintanari è appena cominciata e l’attesa per la giostra sta crescendo sempre di più. 

m. p.