Erano presenti un’ottantina di persone sabato sera in Piazza del Popolo nella manifestazione "#restiamoliberi. Stop legge contro omotransfobia" contro l’approvazione in Parlamento del disegno di legge Zan. La protesta è durata un’ora, con i partecipanti che immobili mostravano cartelli con scritte a difesa del diritto di opinione, di pensiero e di educazione. Un sit-in silenzioso e rotta solo dalla speaker Mara D’Angelo che ha spiegato al megafono i motivi dell’iniziativa tenuta in tutta Italia: "Nel pieno di una crisi economica e sociale senza precedenti – le sue parole – con milioni di famiglie e imprese in enorme difficoltà, in Parlamento c’è chi ritiene urgente far approvare una legge sulla cosiddetta omo­transfobia. Una legge del tutto ingannevole poiché si presenta come necessaria per punire le violenze nei confronti di persone con attrazione per lo stesso sesso, ma chiunque sa già che ogni violenza è già punita dal nostro ordinamento. Ed esistono anche le aggravanti da applicare ove necessarie". In piazza anche il sindaco Marco Fioravanti, Andrea Antonini e Guido Castelli.