Restyling della Statale. Arriva l’ultimo ok

L’Adriatica e il nuovo asfalto: c’è il nulla osta del ministero per i lavori a carico di Aspi.

Restyling della Statale. Arriva l’ultimo ok

Restyling della Statale. Arriva l’ultimo ok

Anche l’ultimo tassello istituzionale per il restyling della Strada statale 16 è stato inserito nel mosaico: pochi giorni fa, in comune, è arrivato il nulla osta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il rifacimento della nazionale a carico della società Autostrade per l’Italia. Il vertice di Viale De Gasperi attendeva l’ok del dicastero di piazza Porta Pia, senza il quale non si sarebbe potuto attuare alcuna operazione concreta lungo l’arteria di traffico più importante della riviera. Per l’intervento sarebbe previsto lo stanziamento, da parte di Aspi, di oltre 900mila euro. Il segmento che verrà rifatto, in particolare, va dalla rotonda di via San Giovanni, in corrispondenza del centro commerciale ‘Porto Grande’, all’intersezione con via Pirandello, grossomodo al confine con Grottammare. Nuovo bitume, quindi, dalla Sentina a San Filippo Neri: il tutto veniva reso noto attorno a metà settembre, quando la giunta approvava una delibera con cui si ratificava la convenzione con l’Aspi per il rifacimento del manto stradale sulla Ss16.

La delibera ricordava che, contestualmente, Autostrade per l’Italia ha in corso interventi di ripristino e consolidamento di sette tunnel al servizio della A14 Bologna-Bari-Taranto. Si tratta delle gallerie Pedaso, San Basso e Castello di Cupra Marittima; Acquarossa, San Cipriano e Castello di Grottammare, nonché la Monterenzo in zona San Benedetto. Per gli effetti che queste attività avranno sulla viabilità dei comuni del tratto interessato, a maggio si costituì un tavolo tecnico su richiesta dell’amministrazione comunale di San Benedetto. A seguito di alcuni incontri con Aspi, quindi, si convenne di riqualificare la pavimentazione della Statale 16 che attraversa il territorio comunale rivierasco. Sulle tempistiche ci sarà ancora da aspettare prima di poter dire una data definitiva. Sicuramente il cantiere partirà nel 2024, una volta concluso il piano asfalti comunale. Questo dovrebbe partire la settimana prossima, e include via Colleoni, via Conquiste, via Golgi, via Leopardi, via Madonna della Pietà, via Marsala, via Santa Lucia e viale dello Sport. Per rifare queste strade il comune ha investito 450mila euro, oltre ai 480mila stanziati per le opere di urbanizzazione in via La Malfa, nel quartiere Agraria. L’anno prossimo, quindi, il vertice di Viale De Gasperi dovrebbe prevedere ulteriori risorse per una seconda tranche del piano asfalti. Per sapere quanto verrà investito, però, bisognerà attendere il prossimo bilancio. Di tratti stradale da rifare, ne restano ancora tanti, soprattutto a Porto d’Ascoli e in zona porto. È da capire, infine, come Aspi intenda effettuare l’arretramento dell’A14. Al momento, si parla di realizzare una corsia ex novo, rifacendo l’altra in sede: il cantiere, in questo modo, dovrebbe restare in riviera per otto anni.

g. d. m.